Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Tolmezzo


CAVAZZO - Chiementin: ripetere il triplete? Perché no

Al tecnico del biancoviola manca tanto il calcio giocato e spera di poter rivedere la squadra al più presto. “Gli obiettivi societari sono sempre puntati a vincere, la squadra si è rinforzata”. Puntare a bissare i traguardi della scorsa stagione non spaventa l’allenatore: “Stimolo per i nuovi arrivati”

Se i campionati “invernali” sono fermi a otto giornate dalla fine, quello “estivo”, ossia il Carnico, è ancora in attesa di sapere se, quando e con quali restrizioni potrà iniziare. Si ipotizza un calendario ristretto con più turni infrasettimanali o con meno partite, magari spezzando le attuali tre categorie in due gironi ciascuna. Sono solo voci, nulla ancora è stato deciso né potrebbe esserlo fintantoché non ci sarà il via libera perlomeno agli allenamenti.

E fra le tante società del Carnico vi è una in particolare che vorrebbe ripetersi con i trionfi ottenuti la scorsa stagione. E’ il Cavazzo guidato dal sapiente tecnico Mario Chiementin il quale, come Mourinho, ha fatto “triplete” l’estate scorsa con conquista della coppa Carnia, della Supercoppa e dello scudetto.

Con l’allenatore dei biancoviola abbiamo scambiato alcune battute in streaming video, visibile su queste pagine di Friuligol.it ed andato anche in onda questa mattina sulle frequenze di Radio Gioconda nella consueta rubrica “Friuli in Gol” curata da Franco Poiana.  

TUTTI FERMI – Per noi fanatici del calcio, rimanerne senza pesa moltissimo. Ci manca la squadra, gli allenamenti, le partite. La stagione avrebbe dovuto cominciare a marzo e avevamo iniziato con alcune sedute di allenamento in palestra e dal 13 marzo era in programma l’inizio della preparazione sul campo. Poi si è tutto fermato. I ragazzi hanno un mio programma da svolgere a casa, aggiornato settimanalmente in sintonia con il preparatore atletico e quello dei portieri. Il dubbio sulla ripresa però rimane.

CAMPIONATO – Come il Cavazzo, anche le altre società si sono impegnate per rinforzare i propri organici e per quanto riguarda la Prima categoria credo possa essere un po’ più combattuta rispetto l’anno scorso, con maggiori squadre a poter lottare per il titolo.

RINFORZI – Oltre a Ibrahimi, sono arrivati altri sei-sette giocatori, a fronte di una sola partenza. Siamo andati sul mercato per prendere un paio di calciatori per reparto e un terzo portiere e, in termini numerici, la rosa si è ampliata rispetto la stagione scorsa

OBIETTIVI – A Cavazzo si punta sempre a vincere il più possibile e ci eravamo attrezzati per giungere a tutti i traguardi possibili. Avremmo puntato quasi all’impossibile, ossia tentare di ripetere il triplete, finora nessuno ci è riuscito e sarebbe uno stimolo soprattutto per i nuovi arrivati. Naturalmente poi è il campo sempre a decidere.

STAGIONE A RISCHIO – La mia speranza e quella di tutto il movimento del Carnico è di ritrovarci sui campi a rivederci e giocare, al di la dell’aspetto prettamente calcistico e degli obiettivi societari. Mi manca tantissimo l’erba del campo e giocarci sopra, è la mia passione.

LO STUDIO - La mia attività di bar – ristorante adesso è chiusa e trascorro le giornate a casa studiando calcio al computer con degli aggiornamenti specifici e svolgendo alcuni lavoretti casalinghi. Finchè era consentito, facevo qualche passeggiata, adesso si vedrà.

IL VIDEO - Mario Chiementin

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 15/04/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,31746 secondi