Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SERIE D - A Mestre il Chions firma un'altra impresa

La squadra di Rossitto si impone per 4-2 sul terreno degli arancioneri al termine di una sfida ricca di emozioni e spunti...

MESTRE – CHIONS 2 - 4
Gol: 11’pt Valente, 13’ Cavallari, 29’ Forte;  st  8’ Torelli, 15’ Forte, 48’ Urbanetto

MESTRE: Secco, Brigati (21’st Crescente), Varotto, Corteggiano, Telesi, Brevi, Santo 30’st Mainardi), Fido (35’pt Tiepolato), De Leo (36’ st Polesel), Sacco, Casarotto. (A disp. Dadone, Tiepolato, Crescente, Polesel, Fabiano, Forte, Fasolo, Mainardi, Izzo). All. Gianpietro Zecchin.

CHIONS: Moretti, Guizzo, Vittore, Variola. Pralini, Cavallari, Oubakent (1’st Tuniz),  Funes (5’st Torelli), Valenta (11’ st Urbanetto), Consorti, Mihali (1’st Spader). (A disp. Plai, Tuniz, Marmiroli, Tomasi, Zamuner, Zannier, Torelli, Urbanetto, Spader). All. Fabio Rossitto.

ARBITRO: Giuseppe Lascaro sez. Matera. Assistenti: Francesco Bentivegna sez. Agrigento; Lorenzo Chillemi sez. Barcellona Pozzo di Gotto

NOTE - Ammoniti: Funes, Corteggiano, Variola, Vittore Crescente, Secco. Espulsi: al 43’ st Casarotto per fallo ultimo uomo e mister Zeccin per proteste. Recupero: pt 1', st 5'.

MESTRE - Parte la squadra di casa subito con una bella iniziativa al 7’ con Santo e Corteggiano, tiro di quest’ultimo ma il pallone è alto. Chions c'è, è subito in partita, al 9’ Funes mette in apprensione la difesa del Mestre che si rifugia in angolo due volte. Al 11’ sugli sviluppi di un corner calciato da Variola, Secco allontana di pugno  il pallone che arriva a Valenta il quale, appena dentro l'area, calcia in porta: gol, 0-1.
La difesa del Mestre va in bambola, rischia un autogol un minuto più tardi, il pallone termina il percorso in angolo. Immediato arriva il raddoppio, ancora Variola dalla lunetta al 13’ mette in mezzo lo spiovente, in tuffo di testa Cavallari lasciato colpevolmente tutto solo firma il 2-0. Chions assolutamente padrone del campo. Sulla prima vera occasione, però il Mestre riapre la partita con il nuovo arrivato Forte: stop a seguire e conclusione in rete: 1-2. Dopo la rete la squadra locale prende coraggio e piglio ma Moretti e compagni vanno al riposo sul meritato vantaggio.
Ripresa; all'8’ contatto Casarotto - Spader, per l’arbitro è rigore e dal dischetto il neo entrato Torelli con la giusta freddezza riporta sul doppio vantaggio il Chions.
Il Mestre cerca di reagire, lo fa collezionando alcuni calci d’angolo; al 15’, sfruttando proprio un corner, rientra in partita.  Ancora il giovane Forte con un pregevole gesto tecnico, in semirovesciata  riporta sotto la squadra veneta: 2-3.
Gara piacevole; il Chions con Spader al 24’ punge: il suo diagonale è però troppo aperto e si spegne sul fondo. I ragazzi di Zecchin ci credono e al 26’ ancora Forte si mette in evidenza pur aiutamndosi con il braccio; entra in area, cade, ma l’arbitro sorvola.
Un minuto dopo sul fronte opposto il Chions va vicinissimo al gol; Torelli colpisce il palo, poi Secco salva miracolosamente su due conclusioni ravvicinate di Consorti.
Altre emozioni nel finale: al 43’ Spader, lanciato a rete, viene messo giù da Casarotto (espulso per fallo da ultimo uomo); la punizione calciata da Variola trova il braccio di Crescente (ammonito), altro rigore, altre proteste. Urbanetto calcia a mezza altezza sulla sinistra di Secco che si allunga e devia in angolo.
Non è finita; il Mestre, all'arrembaggio alla ricerca disperata del pari, viene punito nel recupero (48’) da Urbanetto, che in contropiede, lanciato da Torelli, mette fine al match e si fa perdonare il rigore sbagliato pochi minuti prima, infilando sul palo lontano Secco che esce in maniera avventata. Così un Chions atleticamente sul pezzo rientra in Friuli con tre punti meritatissimi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 24/02/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07063 secondi