Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Tolmezzo


COPPA - Tra sorprese e conferme si arriva ai quarti di finale!

L’Amaro estromette a sorpresa il Villa. Così fa la Viola eliminando la Folgore. Servono i rigori per far proseguire invece Arta e Cercivento. A valanga Mobilieri e Cavazzo. La Delizia affoga nella Val del Lago

Non c’è mai nulla di scontato nel calcio, le sorprese sono sempre dietro l’angolo e a darne conferma è l’eliminazione del Villa da parte di un super Amaro che ha travolto gli arancione a domicilio per 4-1. Dell’Angelo dopo pochi minuti di gioco infligge il primo schiaffo ai padroni che pareggiano su rigore con Zanmarchi. La reazione del Villa si ferma qui perché è l’Amaro a imporre il gioco e a inzio ripresa torna avanti con Fadi a cui fa seguito Bortolotti dagli undici metri. Basaldella conquista e trasforma un altro penalty del definitivo 4-1. Villa a casa, Amaro ai quarti.

Sabato sullo stesso terreno di gioco di Villa Santina, medesima sorte è toccata alla Folgore, eliminata ai calci di rigore dalla giovane Viola. Terminati 1-1 i tempi regolamentari con reti di Puppini per l’undici di Cavazzo e di De Antoni per i rossi di casa, servono i rigori e qui si erge a protagonista il portiere della Viola Angeli che ha neutralizzato tre dei quattro penalty calciati dalla Folgore.
Rigori anche a Cercivento dopo l’1-1 del 90’ fra i locali e la Velox. Morassi porta avanti i biancorossi di casa, Fabiani acciuffa il pari all’82’ Poi dal dischetto il portiere locale De Toni ipnotizza due rigoristi di Paularo e porta i suoi ai quarti.
Non mancano i rigori anche allo “Zuliani” nel “vero” derby fra Arta e Cedarchis dopo che i tempi regolamentari si sono chiusi sul 2-2. Doppio vantaggio termale di Granzotti e Belgrado nel primo tempo, poi Valent e De Tonia raggiungono i rossoblù in zona Cesarini. Da lì i rigori che premiano l’Arta, più precisa degli avversari.

Non c’è bisogno di ricorrere ai tiri dal dischetto quando ci sono di mezzo i Mobilieri che alla Val Resia ne rifilano sei di reti con tripletta di Micelli, doppietta di D’Andrea e sigillo di Serini.
Lo stesso dicasi per il Cavazzo che seppellisce sotto una valanga di reti il Sappada (8-0 il finale) seppur i viola sblocchino il punteggio solo sul finire del primo tempo con Lestuzzi, Nait e Cescutti. Poi dilagano ancora con due reti di Nait, due di Valent e un’altra di Cescutti.
Vola ai quarti anche il Real Imponzo, uscito vittorioso dalla sfida di Ovaro per 4-2 con i padroni di casa avanti all’avvio con Antonio Gloder. Il pari del Real è di Cecconi, ma l’Ovarese torna avanti con Josef Gloder. Altro pari ospite di Cecconi e poi gli impontini calano l’asso con i centri di Bonfiglioli e, nel recupero, di Veritti.

Termina l’avventura in Coppa la Delizia, eliminata dalla Val del Lago in quel di Trasaghis per 3-2. All’immediato vantaggio lacustre di Scilipoti, rispondono gli ospiti di Priuso ribaltando con De Caneva e Tomat prima del riposo. Ma Scilipoti e De Cecco mettono la firma sul passaggio del turno. 

Si qualificano quindi per i quarti di finale: Amaro, Viola, Cavazzo, Mobilieri, Arta Terme, Real Imponzo, Cercivento e Val del Lago

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 19/09/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,16121 secondi