Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


BASKET A2 - Pedone: fermarsi è un obbligo

Il presidente dell’Apu Old Wild West commenta lo stop al campionato: “Decisione giusta. Peccato però, la squadra aveva preso il ritmo giusto e avrebbe potuto regalare un gran finale. Il futuro? Federazione e organi competenti diano una mano, anche ai club in situazione di precarietà. E bisogna attirare nuovi investitori…”

Che la ripartenza fosse quantomeno problematica, se non impossibile, l’avevano intuito tutti. E ora la stagione del basket e quella dell’Apu Old Wild West è storia. Una storia interrotta: terminata senza vincitori nè vinti.

Era inevitabile che finisse cosi - interviene il presidente del club, Alessandro Pedone - credo che le istituzioni del basket abbiano preso la decisione più giusta e sofferta. Perchè la crisi che attanaglia il mondo intero ci obbliga a fermarci. Peccato: avevamo allestito un roster competitivo e affiatato, che avrebbe potuto regalare tante soddisfazioni al nostro pubblico. La squadra sembrava aver trovato il ritmo giusto in vista del gran finale, ma adesso è inutile fare questi discorsi ed è corretto allinearsi a quanto deciso dalla Federazione".

Per il basket che verrà, Pedone ha già qualche idea. “Rimbocchiamoci le maniche e prepariamoci ad un futuro al momento ricco di incognite. Sarà ora compito di Federazione, Coni e istituzioni sportive assumere le giuste decisioni per garantire un futuro solido al movimento. Che significa anche attirare investitori desiderosi di continuare a fare impresa: nel basket e nello sport in generale. Serve un grande aiuto a tutte le società, anche e soprattutto a quelle con un budget inferiore al nostro o che già versavano in situazione di precarietà: per essere tutti pronti agli impegni della stagione prossima. Una stagione che mi auguro di poter disputare con tutto il cuore stretti al nostro amato pubblico, in una normalità ritrovata".


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/04/2020
 

Altri articoli dalla provincia...




BASKET - Game over anche per la serie A2

Game over. Perché, nel giro di un paio d’ore (ultima decisione attorno alle 19) la Federazione Italiana Pallacanestro ha anticipatamente (e giustamente) archiviato gli ultimi due campionati ancora in sospeso: quello di serie A...leggi
07/04/2020

BASKET FEMMINILE - Conclusa la A2, arrivederci Delser

Lentamente, ma inesorabilmente, tutti ne stanno facendo una ragione. Anche il basket che, un tassello alla volta, sta procedendo alla cancellazione dei suoi campionati. E’ infatti di ieri la decisione della Fip di dichiarare concluse...leggi
04/04/2020


BASKET - Campionati regionali, la Fip dice stop

Piano piano anche il mondo dello sport comincia a capire. Alla luce (ma sarebbe meglio dire del buio) della grave emergenza in corso e in attesa di deliberare sui destini di serie serie A1, A2 e B, il numero uno della Fede...leggi
27/03/2020


BIATHLON - Il ruggito di Lisa Vittozzi

L’unico sport ancora in attività in tempi di blocco totale (ma la reginetta Wierer non le ha mandate a dire: “Tutto il mondo si ferma, noi no”, il giustificato lamento di “Doro”), il bi...leggi
14/03/2020










Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,33900 secondi