Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE D - La Manzanese sfiora il colpo a Trento

Termina 0-0 lo scontro tra le prime due del campionato. Gli orange colpiscono un palo interno con Nicoloso e risultano complessivamente più pericolosi della capolista

TRENTO – MANZANESE 0-0
 
TRENTO: Cazzaro, Contessa (38’st Tinazzi), Trainotti, Caporali, Belcastro (30’st Osuji), Aliù, Bran (1’st Galazzini), Gatto, Dionisi, Pilastro (27’st Santuari), Ferri Marini (15’st Ronchi); a disposizione Ronco, Nunes, Rivi, Comper. Allenatore Carmine Parlato.
 
MANZANESE: Da Re, Duca, Felipe Dal Bello, Bevilacqua, Cecchini, Zupperdoni (29’pt Nicoloso), Boscolo Papo (13’st Casella), Nchama, Moras, Gnago, Fyda (32’st Nastri); a disposizione Calligaro, Codromaz, Calcagnotto, Cestari, Delle Case, Bradascia. Allenatore Roberto Vecchiato.
 
ARBITRO: Gabriele Restaldo della Sezione di Ivrea. Assistenti: Ayoub El Filali di Alessandria e Antonio Paradiso di Lamezia Terme.
 
NOTE – Ammoniti Aliù (45’pt), Boscolo Papo (45’pt), Bevilacqua (16’st), Gatto (42’st). Calci d’angolo 4-3 per il Trento. Recuperi 2’ e 3’.
 
TRENTO. Termina a reti inviolate il recupero del big-match del girone C (originariamente l’incontro era in programma addirittura lo scorso 10 gennaio) tra la capolista Trento, superfavorita per il salto di categoria, e la Manzanese, vera sorpresa del campionato, che resta comunque seconda con sei punti di distacco. Dal “Briamasco” di Trento la Manzanese esce comunque a testa alta, al termine di una gara nel corso della quale la formazione friulana non è stata baciata dalla fortuna; l’occasione più netta (che ha fatto gridare al gol!) l’ha infatti avuta la Manzanese intorno al quarto d’ora del secondo tempo, quando un piattone di Nicoloso ha colpito il palo interno alla destra del battutissimo portiere di casa.
Le squadre sentono l’importanza della posta in palio e giocano inizialmente contratte; primo sussulto per la Manzanese al 9’ con Gnago, che prova ad approfittare di un errato disimpegno dei padroni di casa ma si allunga troppo il pallone, facile preda di Cazzaro. Passano una decina di minuti ed il Trento si crea la prima opportunità quando Ferri Marini viene “pescato” in area da Gatto, ma Da Re respinge la conclusione. Due minuti dopo è Gnago, su azione da calcio d’angolo, a tentare la girata vincente, ma il pallone termina di un soffio sul fondo. Al 23’ Boscolo Papo, nel tentativo di rinviare il pallone, lo svirgola, rischiando l’autorete, solo corner per i trentini. Ancora il Trento in avanti e, al 25’, una pericolosa incursione di Pilastro viene conclusa con il pallone che esce sul fondo a fil di palo.
Cresce la Manzanese, guadagnando un paio di punizioni da buona posizione, non finalizzate da Moras e Fyda. Al 44’ assistiamo alla più ghiotta occasione del primo tempo per la Manzanese con Nicoloso che, ricevuta palla in area, si vede respingere con il corpo da Dionisi la conclusione a botta sicura. Prima della fine del tempo, un alterco a centro campo fra Aliù e Boscolo Papo viene sanzionato dall’arbitro (direzione all’inglese quella del piemontese Restaldo) con un “giallo” a testa.  
Nella ripresa, al 4’, una sortita offensiva di Aliù termina con un tiro alto sulla traversa, mentre al 7’ Belcastro “si avvita” in area, con Da Re che para in due tempi il tentativo di testa del centrocampista del Trento.
Dopo i primi minuti di marca trentina, prende il sopravvento la Manzanese che al 17’, come detto sopra, va vicinissima al gol con Nicoloso, il quale manda sul palo il cross dalla destra di Fyda, autore di una bella sgroppata; sulla respinta del palo non riesce il tap-in a Gnago.
Al 29’ viene annullato per fuorigioco un gol ad Aliù, mentre al 35’ sfugge il pallone a Da Re sul cross di Contessa; il giovane portiere friuliano riesce comunque a salvarsi.
Spinge la squadra di Vecchiato e al 39’ Gnago, su rimessa laterale, tenta la girata, ma il pallone finisce in corner; al 45’ un pericoloso batti e ribatti nell’area del Trento viene concluso con un tiro di Nchama, facile preda di Cazzaro. La gara termina quindi sullo 0-0, risultato che va decisamente meglio ai padroni di casa, che mantengono 6 punti di vantaggio, ma il campionato è ancora lungo e la formazione di mister Parlato fra meno di un mese farà visita in Friuli alla sua rivale più temibile.
 
Andrea Citran

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09854 secondi