Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


BASKET A2 - Rivincita Apu, Gesteco ko

Nonostante gli acciacchi, i bianconeri (senza Gentile e Briscoe) organizzano una grande prestazione collettiva e “vendicano” la sconfitta dell’andata a Cividale. Monaldi e Gaspardo super, mentre Rota e Pepper non bastano ai ducali

APU - GESTECO   73 - 66

(Parziali: 11 - 13, 35 - 35, 54 - 50)

APU: Monaldi 26, Nobile, Gaspardo 16, Esposito 11, Antonutti 4, Pellegrino 6, Cusin 4, Palumbo 4, Fantoma 2, Bertetti. Ne: Brescianini. Coach: Finetti.

GESTECO: Rota 19, Pepper 14, Furin 2, Dell’Agnello 6, Miani 6, Redivo 5, Mouaha 6, Cassese 2, Battistini 6. Ne: Micalich, Cuccu, Barel. Coach: Pillastrini.

ARBITRI: Gagliardi, Wassermann e Yang Yao.

NOTE: Liberi: Apu 13/17, Gesteco 11/16. Tre punti: Apu 10/30, Gesteco 9/25. Rimbalzi: Apu 29 (Gaspardo 9), Gesteco 38 (Rota 6). Assist: Apu 14 (Palumbo 5), Gesteco 14 (Mouaha e Rota 3). Cinque falli: nessuno. Spettatori: 3470.

UDINE. La miglior Apu della stagione si prende la rivincita sui cugini della Gesteco, ai quali qualcuno aveva stoltamente assegnato i favori del pronostico del derby di ritorno di stagione regolare. Un derby equilibrato per due quarti, riacchiappato da Udine a inizio terza frazione (con 3 triple firmate Monaldi, sul pericoloso 35 - 40 per gli ospiti), e catturato pian piano sino a raggiungere anche 11 lunghezze di vantaggio (68 - 57) a 4’ dal traguardo. Margine gestito non senza qualche patema senza che, però, Dell’Agnello e soci avessero la necessaria lucidità per approfittarne. Nonostante gli acciacchi (Cusin, Nobile e Antonutti “incidentato”) e le assenze di Gentile (squalificato) e Briscoe, la formazione di Finetti - spalleggiato in panchina dal senior assistant Sacco, ultimo arrivato in casa udinese - ha disputato una gara tostissima, fabbricando il successo su una grande difesa, che ha messo a nudo i limiti tecnici della Gesteco la quale, esclusi Rota e Pepper, ha avuto davvero poco dagli altri. In particolare dal recente innesto, l’italo - argentino Redivo, decisamente spuntato. Sull’altro fronte, invece, due giocatori fuori categoria: Monaldi e Gaspardo. Che sono stati acquistati proprio per questo: per far vincere le partite. Ma non è mancato il contorno: di un’eccellente (tiri liberi a parte: 2/6) Esposito, ad esempio. E mentre in casa ducale si sta cercando di digerire la polpetta avvelenata attraverso frasi di circostanza (“Il nostro obbiettivo l’abbiamo già raggiunto”), l’Apu si interroga: dopo aver terminato i festeggiamenti, come sarà il nuovo assetto, quando rientreranno i grossi calibri? Quanti palloni serviranno? Sarà stata davvero quella odierna la gara della svolta di una (sinora) tormentata stagione? Ad ascoltare certi “tromboni” compiacenti si direbbe di si. E noi ne saremmo lieti, perchè significherebbe tornare finalmente al piano di sopra. Nell’attesa di scoprirlo, mentre Udine si “godrà” la sosta (a Busto Arsizio c’è la Final Four di Coppa Italia), venerdi prossimo la Gesteco tornerà in campo: a Cividale (palla a due alle 20) arriverà infatti Rimini. Sarà il recupero del match non disputato domenica scorsa. (r.z.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/CcZ1dmN.jpg

https://i.imgur.com/0N1T3oY.jpg

https://i.imgur.com/f5L9TZl.jpg

https://i.imgur.com/cxwjpDx.jpg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/03/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,14092 secondi