Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


RIVIGNANO - Cocetta: finale di Coppa obiettivo principale

Il tecnico nerazzurro racconta il pari dell'ultima giornata: "La rabbia non è ancora calata perchè dovevamo essere più attenti sull'unica palla inattiva subita. Campionato forte, c'è da combattere ogni domenica"




Pareggio nel derby a Flambro per il Rivignano che è vicino alla zona playoff nel girone B di Prima categoria, ma non riesce a fare il passo decisivo per la consacrazione. Mister Ranieri Cocetta non è contento di questi due punti persi che non riesce a digerire: "La rabbia non mi è ancora andata giù perchè dovevamo essere più attenti sull'unica palla inattiva subita. Abbiamo pareggiato nella ripresa, colpendo anche un palo. Penso che il loro portiere, Corazza, non abbia mai parato così tanto in questo campionato. Loro hanno fatto la loro partita e sono stati bravi, noi siamo stati sottotono nel primo tempo, meglio nel secondo".

SEGNALI - "È un gruppo del territorio, già collaudato ed in cui si può lavorare. Abbiamo fatto un bel percorso, l'obiettivo primario è la salvezza ma siamo ad un paio di punti dai playoff, ci manca quel quid in più per arrivarci e i due punti persi a Flambro fanno male. Affronteremo l'Union 91 con un altro piglio, anche perchè verranno in casa nostra, ma sempre con serenità. La finale di Coppa è il nostro obiettivo principale".

ANDAMENTO - "Si poteva dare di più, siamo stati sfortunati perchè ho dovuto combattere con tanti infortuni. È stato un campionato impegnativo sotto questo aspetto, ma i ragazzi sono stati bravi a tenere duro, ci sono state partite in cui non avevamo cambi e ora siamo arrivati qui".

CAMPIONATO - "Parlo del mio girone e devo dire che sono tutte squadre organizzate, con giocatori di categoria superiore. È impegnativo perchè, con le sei retrocessioni, un giorno sei a un passo dai playoff e quello dopo con una sconfitta, ci si trova in zona retrocessione. Le classifiche esistono ma ogni partita fa storia a sè. Vedo tanta forza e voglia da parte di tutte le squadre e ci sarà da combattere fino alla fine. Tra la prima e la seconda parte del campionato si sono rinforzate diverse squadre, noi abbiamo giocatori importanti e spero di averli tutti a disposizione, chiudendo al meglio questo campionato. La Manzanese siamo riusciti a batterla nel girone d'andata, ma ogni partita ha un'incognita differente".

BELLERI - "La società gli chiede molto perchè è un giocatore importantissimo per noi. Ha avuto un problemino ma sembrerebbe vicino al ritorno, fra un paio di settimane quantomeno a disposizione dalla panchina. Si tratta di una contrattura al quadricipite che ha bisogno di tempo per guarire"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 10/04/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



IL PUNTO - La nuova Terza categoria

Sarà il match di ritorno dei play-out tra Zompicchia e Aris San Polo a determinare l'ultima squadra retrocessa dalla Seconda categoria. La sfida si ...leggi
23/05/2024
















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,14038 secondi