Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


ECCELLENZA - La traversa dice 2 no al Brian. Ma il Lumignacco merita

L'attesa sfida premia i padroni di casa, che si impongono grazie alla rete siglata dallo scatenato Ime Akam. Finale caotico, ne fa le spese mister Candon



Tabellino gara da App Italiagol - Friuligol

https://i.imgur.com/DLuLh8Z.jpg

LUMIGNACCO: Ceka, Cargnello, Tomadini, Iuri, Pratolino, Novati, Nastri, Ime Akam, Cucciardi (73’ Ciroi), Zetto (31’ Cordara). All. Ernesto Candon

E. BRIAN:
Peressini D., Peressini E., Maestrutti (63’ Zanon), Grion, Nadalini, Codromaz, Goubadia, Baruzzini, Frezza, Ietri (72’ Mini), Anconetani. All. Gianluca Birtig

ARBITRO: Michele Piccolo sez. Pordenone. Assistenti: Badreddine Mamouni sez. Tolmezzo e Davide Bignucolo sez. Pordenone. 

NOTE - Espulsi Nadalini (doppia ammonizione) e Candon. Ammoniti: Ime Akam, Codromaz, Ietri, Cargnello, Frezza, Cordara. Calci d’angolo: 0-6. Recupero: 3’ e 4’.

Con la vittoria odierna sulla Brian, si allunga la striscia positiva del Lumignacco che negli ultimi sei turni ha messo in fila due pareggi e quattro vittorie, mettendosi non solo a riparo da eventuali play-out, ma addirittura portandosi, quando mancano cinque turni alla fine, a ridosso delle migliori in un finale di campionato che potrebbe regalare un epilogo meno amaro di quanto lasciava presagire l'infausta prima parte di stagione.
Vittoria di misura, ma netta, contro un Brian che di certo non ha messo in scena una delle sue migliori prestazioni, patendo un tantino di troppo la verve della squadra di Candon.
Parte bene la squadra di casa, il tempo di annusarsi e poi i rossoblù (oggi in divisa bianca bordata), rompono gli indugi. Al 9' Novati serve una palla d'oro per Craviari che sbaglia la conclusione sotto porta. Poco male, perché il direttore di gara ravvisa una posizione di fuorigioco attiva.
Fatica la Brian ad uscire dalla propria metà campo, quando si riesce non lo fa con la solita incisività, esponendosi di fatto alle veloci ripartenze di Novati e Cucciardi; ed è proprio quest'ultimo al 22' a prendere d’infilata la difesa della Brian, nell'occasione non certo impeccabile nell'uscita e serve un assist in verticale per Ime Akam che con un tocco chirurgico supera Peressini portando in vantaggio il Lumignacco.
Intorno alla mezz'ora, la Brian riesce a penetrare nella difesa di casa, Ietri si infila in area come un furetto, ma si fa ipnotizzare da Ceka al momento della conclusione. Rischia moltissimo la squadra di Candon al 40' quando Ceka la combina grossa. Una tranquilla rimessa con le mani per poco non diventa l'incubo delle prossime notti del portiere del Lumignacco. Il rinvio sperato si trasforma in un passaggio a Frezza che cerca di alzare la traiettoria per un pallonetto che però si stampa sulla traversa e poi finisce sui piedi di Maestrutti che da ottima posizione la mette fuori bersaglio, consentendo al Lumignacco di andare al riposo sul risultato favorevole di 1-0.

La ripresa ripercorre lo stesso canovaccio della prima frazione. Un po' più propositiva appare la Brian alla ricerca del pari, ma al 7’ è ancora il Lumignacco ad andare vicino al raddoppio. Ime Akam lascia sul posto Edo Peressini, impressionate la sua accelerazione, ed ancor più delizioso l'assist al bacio che regala a Cordara che da tre metri divora il raddoppio. La risposta della Brian giunge al 62' con Goubadia, autore di una buona iniziativa sulla destra, il suo traversone basso viene toccato provvidenzialmente in angolo dalla difesa avversaria.
Ci prova in tutti i modi la Brian a rimettere in pari i conti: al 66' Grion serve la specialità della casa, il suo piazzato da posizione defilata colpisce la traversa. È in un buon momento quello della squadra di Birtig, ma al 68’ è ancora ad andare vicino al raddoppio. Ime Akam serve in area per Cordara che si produce in una spettacolare veronica che gli spiana la strada della rete, che si divora incredibilmente quando sembrava cosa fatta! La solita girandola dei cambi aggiunge poco ad una partita che, con il passare dei minuti, finisce per regalare rarissime occasioni, ed ancor meno emozioni. Ed allora ci pensa il direttore di gara ad animare il finale di gara. Fischia tre volte quando sono solo passati due dei quattro minuti di recupero concessi e indica la via degli spogliatoi, e poi dietro richiesta della panchina della Brian, che fa giustamente notare che il tempo assegnato non è stato del tutto trascorso, fa riprendere il gioco con una palla a due, per i restanti minuti di gioco mancanti. A farne le spese in questo atipico finale è mister Candon, anzitempo spedito sotto la doccia, supponiamo per proteste nei confronti del direttore di gara.

Antonino De Blasi



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 24/03/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04395 secondi