Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE D - Zanutta alla squadra: dobbiamo farci perdonare dai tifosi

Il presidente del Cjarlins Muzane: "Chi ha seguito la squadra a Brunico non meritava una prestazione del genere. Giovedì bisogna mettere al sicuro la permanenza in categoria e il sottoscritto deve capire chI vuol davvero rimanere con noi anche nella prossima stagione"



Mentre i campionati non professionistici sono fermi per la sosta del Regioni e di Pasqua, la serie D - categoria ibrida e cerniera tra le massime serie e quelle regionali - sforna un turno infrasettimale da resa dei conti, il terz'ultimo in programma giovedì alle 15. A Carlino, ad esempio, l'aria è calda e il presidente Vincenzo Zanutta tiene sulla corda la squadra. Alla quale il patron chiede in maniera forte "una prova d'orgoglio dopo la sconfitta di domenica, che nessuno ha digerito. Quindi, col Montebelluna bisogna disputare una prestazione maiuscola con la quale chiedere scusa ai nostri tifosi, quelli in particolare che si sono sciroppati 8 ore di corriera per andare a Brunico e assistere a quel disastro contro un'avversaria piuttosto modesta. Come presidente, porgo le scuse della società ai nostri sostenitori, ma servono i fatti, e quelli si fanno sul terreno di gioco. Di più: è il momento di chiudere il cerchio e mettere al sicuro la permanenza in categoria, poi starà ai giocatori nelle ultime due gare decidere se vogliono andare ai play-off, oppure no, visto che sembra che questi play-off non interessino a nessuno, neppure alla Virtus Bolzano o al Delta Porto Tolle. Soprattutto, chi ha voglia di restare a Carlino anche il prossimo anno deve dimostrarmi che ci tiene alla maglia, alla squadra, e deve dimostrarlo sul campo. Per tutti questi motivi la partita di giovedì sarà decisiva". 
Il patron degli arancioceleste aggiunge: "Questo è un campionato molto strano e livellato, livellato probabilmente verso il basso, solo così si spiegano risultati semplicemente schizzofrenici. Nella passata stagione abbiamo chiuso il viaggio a 43 punti, ora siamo a 40, è pur vero che in questi mesi non siamo mai stati in zona play-out, ma da qui a essere soddisfatti...".  



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



DIGAS - Tarcentina in finale

Nella seconda giornata del torneo Digas, scendono in campo due squadre di Prima categoria, Ragogna, gli organizzatori del Co...leggi
21/08/2019

DIGAS - Pro Fagagna in volata su Lumignacco e Tricesimo

Si gioca in serata il primo turno del tradizionale Torneo Digas in quel di Colloredo e si affrontano, nel primo triangolare tre squadre di Eccellenza, Lumignacco, Tricesimo e Pro Fagagna. Il primo incontro se lo aggiudica il Lumignacco, pur andan...leggi
21/08/2019















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01506 secondi