Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


MERCATO - Jovic a Tarcento, Bovolenta a Basiliano, Tirindelli per la B

Con la promozione del Palmanova il prossimo campionato di serie C si preannuncia più aperto che mai. Le ambizioni di Futsal Udinese e Clark, Torriana e Manzano permettendo...



Inizia a movimentarsi il "calcetto mercato" di serie C regionale: alla luce della promozione in serie B anche del Palmanova la prossima stagione si presenta apertissima per quanto riguarda la lotta per il titolo, senza nessun team, sulla carta, che possa dettare legge come nelle ultime edizioni.
Molto attive Le matricole ad iniziare dal Molaro Tarcento: la squadra del presidente Faleschini dopo aver dominato in lungo e largo il settore amatoriale prova a fare il grande passo in serie C1 e la  società pare avere le idee molto chiare; in primis dal punto di vista logistico trasferendo il campo di giuoco nella Palestra Comunale mentre dal punto di vista tecnico il salto di qualità è dato dall'ingaggio, imminente, di Aleksandar Jovic. Il croato è reduce da un'ottima esperienza a livello under 19 con il Maccan e dopo il mancato rinnovo con il club giallonero ha avuto parecchie offerte in regione, alla fine il progetto Molaro fatto di entusiasmo e programmazione accurata ha fatto breccia e dunque salvo ripensamenti improbabili dell'ultima ora sarà proprio lui a guidare Tarcento.
Sul fronte calciatori riconferme importanti quelle duo ex Brn Lauzacco Cantoni e Vanin, in entrata definitiva Capponetto dal Colloredo mentre pare in rotta di avvicinamento anche Daniele Barile, protagonista nell'ultima stagione assieme al fratello Alessandro con l'Udine City; esperienza dunque da vendere ed anche gioventù con alcuni ragazzi della zona a dar manforte al club per un mix pronto a togliersi parecchie soddisfazioni. 
Si lavora anche a Basiliano dove torna in pista dopo 2 anni di assenza il club biancoverde, progetto a 360 gradi che parte dal settore giovanile diretto dall'esperto Pierangelo Salfa ma che punta anche ad una prima squadra che attinge a piene mani dalla Libertas Martignacco; novità per il timoniere che dovrebbe essere Paolo Bovolenta, tecnico della Rappresentativa regionale, che per impegni di lavoro potrebbe lasciare i portacolori regionali insediandosi sulla panca di Basiliano assieme allo scudiero Alessandro Piani in uscita dal Maccan Prata.  Campionato dunque che potrebbe avere delle sorprese anche se le due candidate per il trono appaiono senza dubbio la Futsal Udinese e la Clark Udine; i bianconeri di Della Negra mantengono l'intelaiatura della scorsa stagione, ci sarà da tappare il buco lasciato dalla partenza al City di Sironi, ma la regolarità vista nella scorsa stagione pare l'arma in più del club udinese; chi non fa misteri di puntare alla scalata in serie B è la Clark con il patron Tirindelli che, dopo aver conquistato Cividale del Friuli col suo progetto ad ampio raggio, sta perfezionando a furia di raduni la rosa. Tornano all'ovile, dopo un anno di calcio a 11, i due fratelli congolesi Shimba Olamba Grance e Fils Wenbolowa, giocatori molto tecnici ed atletici, mentre in attacco a supportare capitan Besic ci sarà un pivot croato che Tirindelli, grazie ai buoni uffici del mitico "Micio" Martic, ha scovato nella serie croata; tra i pali trattativa in corso con il City per la possibile cessione del portierino Buonanno mentre in entrata spunta il nome di Mazzola in uscita da Palmanova.
Lavora sodo anche la Torriana alla ricerca di un estremo difensore: piace Cattarin del Manzano ma in questo caso la strada appare in salita mentre sul fronte giocatori i gialloblù isontini strizzano l'occhio al brasiliano Teixiera da Rocha qualora lasci Palmanova.
Mina vagante resta il Manzano 1988, la squadra vista nel girone di ritorno l'anno scorso può sicuramente puntare a posizioni importanti ma servono almeno 3 rinforzi; la società lavora sotto traccia, ma qualcosa sicuramente "bolle in pentola", a conferma di ciò il summit dei vertici societari e di quelli della Manzanese notata durante il "Torneo Morigi" a Manzano ed il fatto che il club ha ufficializzato in Lega il cambio dei colori sociali passando dal gialloblù all'orange sono indizi importanti sulle intenzioni del club del ds Marinucci.



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/06/2019
 

Altri articoli dalla provincia...













TORNEO DELLE REGIONI - Travolti all'esordio

Comincia con una secca sconfitta l'avventura della Rappresentativa regionale di Calcio a 5 al Torneo delle Regioni ospitato dalla Basilicata. La selezione di Bovolenta ha dovuto arrendersi 8-1...leggi
29/04/2019






Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01956 secondi