Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


UBF - Verri si presenta come nuovo ds: cerchiamo il salto di qualità

L’ex direttore sportivo della Sacilese approda nella Bassa friulana e punta in alto: “Con la riforma dei campionati, la salvezza sarà un problema di tutti, quindi mai come quest’anno bisogna provare a fare qualcosa di più”

Gabriele Verri è il nuovo direttore sportivo dell’Unione Basso Friuli. Il ds arriva in quel di Latisana-Pertegada dopo una stagione di inattività, seguita all’ultima esperienza nell’organigramma della Sacilese. “Quest’anno ero fermo – spiega Verri – La mia intenzione era quella di restare a Sacile, ma avevo capito che all’interno della società non c’era equilibrio tra le parti. Dopo aver vinto la Coppa l’anno scorso e non sapendo cosa poteva avvenire e cosa decidere, non avevo preso contatti con nessuno. Se le cose fossero andate in una certa maniera sarei rimasto. Alla fine, però, ho deciso di dimettermi e prendermi un anno sabbatico. In questa stagione ho comunque collaborato con il Casarsa, dove sarei potuto rimanere, poi però ho scelto l’Ubf”.

Dopo 25 anni da allenatore, il doppio ruolo di tecnico e ds al Brian e gli incarichi a Jesolo, Cordenons, Lumignacco e Sacile, ora Verri si appresta ad affrontare una nuova sfida nella società della Bassa friulana, pronta a rinnovarsi e puntare in alto: “La società verrà struttura in maniera più professionale, diciamo. Bincoletto, che ha ben operato e a cui va ringraziamento per aver portato l’UBF dov’è ora, resta direttore tecnico e avrà il ruolo di collaboratore mio e della società. Cambiano gli obiettivi, l’UBF manifesta interesse all’esterno ed entusiasmo all’interno. L’anno prossimo si cercherà il salto di qualità per puntare ad altri obiettivi. Con la riforma dei campionati, la salvezza sarà un problema di tutti, quindi mai come quest’anno bisogna provare a fare qualcosa di più e a maggior ragione bisogna guardare a obiettivi più sfidanti, come il passaggio di categoria o comunque puntare alle posizioni di vertice”.

Novità sì, ma anche alcune conferme: “Si riparte da mister Nicola Carpin e il suo vice Romano. A livello di staff verranno fatte alcune modifiche, mentre nella rosa quasi tutti verranno confermati, ma ai titolari di quest’anno cercheremo di aggiungerne altri 3-4 di peso”.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 22/05/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12670 secondi