Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


CJARLINS MUZANE - Princivalli: abbiamo fatto quello che dovevamo fare

Il tecnico arancioceleste commenta il vitale successo sul campo del Mori Santo Stefano che consente di restare in corsa per i playout. Lucatti in grande spolvero




Sorride finalmente il Cjarlins Muzane, che si aggiudica lo scontro diretto in casa del Mori Santo Stefano per 3-1.
A fine gara, così il tecnico Nicola Princivalli: “Abbiamo fatto quello che dovevamo fare, ossia vincere, perciò bravi ai ragazzi. Siamo stati attenti a non capitolare e non prendere gol nel primo tempo dove, devo essere sincero, abbiamo rischiato. Nella ripresa abbiamo cercato subito il terzo gol per stare tranquilli. Mi dà molto fastidio aver preso gol nel finale, è sintomo di sufficienza come ho detto ai ragazzi: non possiamo concedere niente, quando siamo superficiali la paghiamo sempre”.

Grande giornata per Lucatti: “Lui vede la porta, è importante avere un attaccante così per una squadra che segna poco come noi, poi è logico che avendo tanti attaccanti devo fare delle scelte dettate anche dall’equilibrio. Sapevo che schierando dall’inizio Maletic e Lucatti non avrei avuto tanto dinamismo, ma volevo peso e gente che potesse sbloccarla subito, per poi affidarmi ai vari Moreschi, Bussi e Fyda che sono entrati bene, così come Gaspardo, che avrà futuro, e Gibilterra”.


Torna almeno momentaneamente il sereno in casa arancioceleste: “Ora è giusto festeggiare questa vittoria, poi testa alle ultime tre finali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 15/04/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,29602 secondi