Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SECONDA C - Il Trivignano stende la Sangiorgina. Maranese, per un pelo

I lagunari rischiano di trovarsi sotto di due reti con l'Union 91 e poi si prendono l'intero bottino con la doppietta di Motta. Pertegada senza limiti; in zona play-off avanzano Flambro e Torre. Masiero rianima il Buttrio, lo Zompicchia vince a mani basse il derby


Anche la Sangiorgina getta la spugna. Si fa per dire, naturalmente, ma il ritmo impresso da Pertegada e Maranese è tale che per chi vuole rimanerle alle costole non c'è possibilità di incappare in passi falsi. Di questo passo, considerata la forbice del distacco tra la seconda della classe e la quinta, anche il primo turno play-off rischia di abortire per metà. 
Tredicesimo turno e spicca lo scivolone della formazione di Giorgio Zanutta, che del resto disputava lo scontro diretto con il Trivignano di Zuppichini, capace di imporsi 2-1 sui biancocremisi, portandosi a un solo punto da loro in graduatoria. Partono forte i bianconeri, nel primo tempo Bertoli e Nadalutti colpiscono, la Sangiorgina dovrebbe compiere una rimonta molto problematica, che riesce a metà grazie al 2-1 di Brunzin. Vittoria importante per il Trvignano, di quelle che lasciano il segno in classifica e a livello morale, psicologico. 
Intanto, il Pertegada vola: dodicesima vittoria (più un pareggio), col Morsano che si arrende a Cignolin e alla doppietta di Donà, e i 37 punti in graduatoria dei gialloneri sono accompagnati da un eloquente divario tra le reti segnate, già 35, e quelle subite, appena 8. 
Ben diversa è stata la vittoria colta dalla Maranese sul biliardo di un Union 91 che ha disputato una grandissima prova, sfiorando il colpaccio prima di ritrovarsi a fine partita con un pugno di mosche in mano. E' Mansutti a portare in vantaggio i biancazzurri di casa nel primo tempo, finalizzando con un gioco di gambe e un bolide a mezza altezza il pregevole assist di Fabbris. La svolta potrebbe imprimerla l'esperto Della Rovere, ma la sua incornata va a incocciare l'incrocio dei pali: sfuma così il possibile 2-0. La Maranese, ovviamente, non sta a guardare, e ne vien fuori una sfida ben giocata, godibile e combattuta. Nella ripresa i lagunari ribaltano il punteggio con una doppietta siglata da Simone Motta. Sul pareggio devono però recitare il mea culpa i ragazzi di Maurizio Sartori e del ds Fabio Bondetti, perché il rigore conquistato e trasformato dal bomber arriva su una ripartenza innescata da un pallone perso malamente in fase di impostazione dall'Union 91. Nel finale, al 41', ecco materializzarsi la rete del 2-1 ospite, e anche in questo caso la difesa di casa non è impeccabile: e quando di fronte ci sono giocatori alla Motta, certi errori si pagano cari. 
La Maranese viene fuori da una situazione complicata, l'Union 91 dimostra di potersela giocare con tutte. 
In chiave play-off salgono le quotazioni di Flambro e Torre: i viola regolano 1-0 un discreto Centrosedia, mentre i rossoblù fanno lo stesso a spese del Flumignano, imponendosi 2-1 grazie a Bernecich e Marcenaro. Flumignano che ha avuto una partenza non brillante, incassando nel primo tempo due reti da calci da fermo, ossia su punizione e sugli sviluppi di un corner. Nella ripresa, Martinelli corre ai ripari con alcune mosse azzeccate e i rossoblù ospiti prendono quota, costringendo il Torre a difendersi nonostante la superiorità numerica: il Flumignano riesce solo a dimezzare le distanze, con la squadra di casa che a conti fatti si impone meritatamente in virtù di un migliore approccio al match. 
Nelle altre partite, manca il gol in Bertiolo-Porpetto, mentre il Buttrio risponde bene al nuovo allenatore, Mario Masiero: ne fa le spese lo Strassoldo, battuto 5-1 dai viola, che tuonano con Maestrutti (doppietta), Commisso, Delpin e Zenjili, ai quali replica il solo (e inimitabile) Stefano Virgolin.
Anche lo Zompicchia accelera, e lo fa in una partita decisiva per il futuro degli azzurri, che nel derby con il fanalino Lestizza non fanno sconti ai cugini, imponendosi con un perentorio 5-0 confezionato da Cecatto, Caruso, Baracetti, Ariabis e Jozicic. Per gli sconfitti la notte è fonda. 

 @RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/r5OOi4E.jpg

https://i.imgur.com/Fb0Fl5o.jpg

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica gratuitamente la nuova App ItaliaGol 

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui


Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.


http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 03/12/2017
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,78806 secondi