Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


SERIE D - Invenzione di Pez, Adriese ko. Bravo Cjarlins Muzane!

Grande prestazione della squadra di Moras, che nel finale piega 2-1 la corazzata di Tiozzo. Nel primo tempo i friulani si erano portati a condurre con uno splendido gol di Gubellini. Dopo il pareggio di Aliù, decide dal dischetto Tonizzo. Infortunio per Zuliani nel finale del primo tempo

ADRIESE - CJARLINS MUZANE 1-2
Gol: 25' Gubellini, 66' Aliù, 89' Tonizzo (rig.)

ADRIESE: Cabras, Mantovani, Vecchi, Meneghello, Lo Sicco, Boscolo Berto, Parolin, Busetto, Aliù, Lauria, Beltrame. Allenatore Luca TiozzoA disposizione: Demalija, Alfano, Pandiani, Zukic, Lala, Tagliapietra, Nobile, Scarparo, Florian. 

CJARLINS MUZANE: Sourdis, Ndoj, Facchinutti (Pez), Tobanelli, Zuliani (40' Zavan), Migliorini (Longato), Gubellini, Dussi, Kabine (Spetic), Tonizzo, Bussi. Allenatore: Massimiliano MorasA disposizione: Calligaro, Moro,  Pesce, Muela Sako, Zigon. 

ARBITRO: Alessandro Negrelli di Finale Emilia. Assistenti: Erik Iemmi (Trento) e Alessandro Schifo (Trento). 

ADRIA - Grandissima vittoria, quella colta oggi dal Cjarlins Muzane al Bettinazzi di Adria. La formazione friulana ha costretto alla resa una delle più serie candidate al primato, dimostrando una volta di più il suo potenziale e la possibilità/capacità di far risultato contro chiunque. L'undici di Tiozzo, armato di un attacco da far paura (Aliù e Lauria su tutti) oggi si giocava la chance di balzare in testa alla classifica, oltre ad arrivare dai successi colti sui cugini del Delta e a spese del Tamai
Il Cjarlins, dal canto suo, puntava a espugnare per la prima volta il Bettinazzi (un pareggio e una sconfitta i precedenti in campionato), riprendendo la corsa dopo il beffardo 2-3 subito dalla Luparense. Moras, orfano di Fabbro (più Peressutti e Cocolet), ha scelto di riproporre Zuliani a completamento della linea difensiva e di spianare Dussi in mezzo al campo, tenendo in panchina Longato e Zigon
Fin dall'inizio la formazione ospite s'è dimostrata organizzata e in grado di comandare il gioco a dispetto di un pubblico numeroso e caldo, con buona rappresentanza dei tifosi del Cjarlins Muzane. 
Spettacolare e meritato, a metà frazione, è giunto il vantaggio dei ragazzi di patron Zanutta: splendida azione tutta di prima con 5-6 passaggi che liberavano alla conclusione Gubellini per il gol dell'1-0 ospite. 
Nel finale della frazione si registrava l'infortunio (distorsione alla caviglia) del giovane difensore Zuliani: Moras doveva correre ai ripari, inserendo un altro fuoriquota, Zavan
Ripresa: la musica cambia, l'Adriese alza il baricentro, Kabine e compagni cominciano a soffrire, specie sulle corsie esterne; la squadra di Tiozzo cerca il pareggio soprattutto cercando di innescare Aliù. Interviene Moras che sostituisce un Facchinutti che comincia a far fatica con Pez, arretrando capitan Migliorini a terzino. E il Cjarlins riprende a tessere gioco, a proporsi, anche se subisce l'1-1 proprio di Aliù. Ma la squadra friulana non sbanda, anzi, tornando a esprimersi sui livelli del primo tempo. Tocca a Spetic fare l'ingresso in campo e subentrare a Kabine. Ma è Pez a inventarsi la giocata che vale la vittoria: il fantasista finta il cross, salta il diretto avversario che lo stende, è rigore ineccepibile, che Tonizzo si incarica di trasformare con sicurezza. All'89' il Cjarlins Muzane torna a condurre. Longato rileva Migliorini, l'Adriese si butta in avanti con la forza della disperazione, ma Tobanelli e soci non sbagliano nulla, conservando con personalità e determinazione il preziosissimo vantaggio fino al triplice fischio dell'arbitro Negrelli
Poi scoppia la festa dei tifosi del Cjarlins Muzane, che hanno vissuto un'impresa memorabile. Massimiliano Moras non nasconde la sua soddisfazione: "Complimenti alla squadra perché ha giocato a calcio contro una grande avversaria, che su questo campo non perderà tante partite. E' stata una battaglia, una gara in cui ogni calo poteva costare caro. Nel primo tempo siamo andati davvero bene, e il gol del vantaggio è stato semplicemente fantastico. Nella ripresa siamo partiti così così, per poi ritrovarci col passare dei minuti: siamo una squadra che non può gestire e vivere di rendita. I singoli? Dussi, Ndoj, Migliorini sono risultati tra i più positivi. Pez? E' un giocatore importante e lo ha dimostrato anche al Bettinazzi".  

L'unico neo del pomeriggio è, dunque, l'infortunio occorso a Zuliani, un guaio che costringerà l'esterno difensivo classe 2000 a un mesetto probabilmente abbondante di stop. Il Cjarlins a quota 12 in classifica raggiunge proprio l'Adriese (e un manipolo di altre compagini), ad un solo punto dalla lepre Cartigliano. Domani sarà interessante vedere quale sarà la risposta delle rivali. 

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 05/10/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01963 secondi