Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SERIE D - Urbanetto sblocca il Chions, Rossi lo lascia in 10. Beffa!

La squadra gialloblù ritrova il gol dopo 505' di digiuno, ma alla fine deve arrendersi 2-1 all'Adriese, che pesca nel finale il jolly con un cross di Vecchi che si trasforma in micidiale palombella....

ADRIESE - CHIONS 2-1
Gol: 25' Urbanetto, 52' Rosso, 83' Vecchi.

ADRIESE: Marocco, Tiozzo (46' Cavallari), Vecchi (84' Addolori), Scarparo, Colman Castro, Scapin (46' Pagan), Hermes (46' Rosso), Gemmi (77' Maniero), Kabine, Rosati, Beltrame. A disposizione di Gianluca Mattiazzi: Causin, Bonini, Ferro, Garau.

CHIONS: Moretti, Osu, Cavallari, Marmiroli, Rossi, Vittore, Guizzo (84' Valenta), Torelli (59' Variola), Urbanetto (89' Funes), Oubakent (79' Tuniz), Mihali (65' Pozzani). A disposizione di Fabio Rossitto: Plai, Tomasi, Bastiani, Ferrari. 

ARBITRO: Stefano Grassi (Forlì). ASSISTENTI: Luigi Ingenito (Piombino) e Andrea Pacifici (Arezzo).

NOTE - Espulsi al 35' Rossi e al 39' Rossitto. Ammoniti: Scarparo, Mattiazzi, Rosso. Angoli: 7-1 per l'Adriese. Recuperi: 1' e 6'.

Adria. Notte fonda per il Chions. Che non riesce a fare punti ad Adria come era accaduto mercoledì a Porto Tolle. Due trasferte amare e anche sfortunate per l'undici gialloblù, sempre più a rischio declassamento. Oggi non è bastato ritornare al gol dopo un digiuno durato 505' per muovere la classifica. E dire che il vantaggio realizzato dal monumentale Urbanetto, al cospetto di un'Adriese involuta, sembrava poter lanciare il vascello pirata di Fabio Rossitto verso l'impresa a sensazione. Poi è successo di tutto, soprattutto l'espulsione di Rossi (stregato il suo inizio di avventura al Chions: prima l'infortunio e, adesso, il cartellino rosso), e così nella ripresa i padroni di casa, sfruttando la superiorità numerica, sono riusciti a ribaltare la situazione anche grazie all'incredibile 2-1 firmato da Vecchi, un traversone dalla sinistra che si trasformava in micidiale palombella, beffando Moretti, col il cuoio che si infilava in rete appena sotto l'incrocio dei pali. 
Si parte con Osu al posto di Tomasi nelle fila degli ospiti. Tiene bene il campo il Chions, pimpante e determinato; i pordenonesi non concedono praticamente nulla all'Adriese, a parte un gol annullato per fuorigioco. La prima conclusione in porta è di Torelli, il cui destro costringe Marocco a rifugiarsi in angolo. Si combatte soprattutto a centrocampo, poi la formazione friulana colpisce in maniera perentoria e magistrale: 25', due passaggi precisi da un'area all'altra, la rifinitura di Oubakent per Urbanetto è sontuosa, il capitano-centravanti può colpire di testa all'altezza del dischetto del rigore, non c'è scampo per Marocco, tutti vanno ad abbracciare l'autore del gol, è una liberazione per i gialloblù.  
Non sembra riuscire a reagire l'Adriese, ma all'improvviso lo scenario cambia: minuto 35', Kabine viene agganciato al limite dell'area da Rossi, il difensore della nazionale di San Marino viene espulso tra le proteste degli ospiti, il Chions resta in 10. La successiva punizione non darà esito: da notare che in barriera i friulani propongono 4 saltatori e un giocatore disteso orizzontalmente sul terreno di gioco dietro a loro, così da respingere l'eventuale tiro rasoterra. Gli animi si surriscaldano, ne fa le spese mister Rossitto, espulso per somma di ammonizioni (prima protesta, poi colpisce la panchina). Ma il primo tempo termina senza che i padroni di casa siano riusciti a rendersi pericolosi. 
Comincia la ripresa e il tecnico dell'Adriese, Mattiazzi, mette mano all'assetto della squadra, inserendo Cavallari, Rosso e Pagan. Sono subito dolori per il Chions, che capitola quando Rosati sfonda sulla destra, arriva sul fondo e pennella per Rosso, a cui basta spingere di testa il pallone oltre la linea di porta per pareggiare. I gialloblù faticano ad arginare l'Adriese, che ci prova con insistenza, ma Moretti è sempre attento e, in un modo o nell'altro, la tempesta non pare provocare danni. Arriva invece a una manciata di minuti dal 90' il 2-1: Vecchi da 35 mestri crossa, il pallone però va a infilarsi all'incrocio dei pali, beffando il portiere ospite. Reagisce la squadra di Rossitto, ma contro la sorte avversa, l'inferiorità numerica e la stanchezza che toglie lucidità e slancio il cuore dei gialloblù non basta per evitare la sconfitta, una sconfitta davvero dura da digerire. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07854 secondi