Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


PRO CERVIGNANO - Tellini: lavoro incredibile, mai darsi per vinti

Il presidente gialloblu racconta i sentimenti contrastanti provati: “Rispetto mister Gregoratti ed il presidente del Ronchi perché mi immedesimo nella delusione sportiva ed umana che può portare un risultato del genere. Non bisogna farne un dramma, per noi non lo sarebbe stato perché a questi livelli bisogna dare la priorità alla crescita dei giovani. I ragazzi si sono impegnati tanto e grazie ai loro sforzi siamo rimasti in Eccellenza”


Contro ogni pronostico la Pro Cervignano del presidente Giorgio Tellini è riuscita a conquistare la permanenza in Eccellenza, tramite lo spareggio playout contro il Ronchi, vinto al 120’ su calcio di rigore. Il presidente gialloblu manifesta tutta la propria soddisfazione, pensando già alla prossima stagione in cui saranno lanciati, come di consueto, ancora tanti validi giovani del vivaio: “Ho sentito che avevamo molti pronostici contro, ci davano tutti per battuti ma il calcio è bello per questo e non è stato così. Nutro il massimo rispetto per mister Gregoratti che comprendo nelle dichiarazioni a voi rilasciate perché non è facile perdere in questo modo, prima di festeggiare sono andato dal loro presidente, senza ipocrisia ma in maniera sincera, perché capisco che un risultato del genere porta tanta delusione sportiva ed umana; quindi, ho ritenuto di portare il mio saluto quasi dimesso. E’ una felicità contrastante quando ci si immedesima nella delusione dell’avversario, ma il calcio è così. Noi abbiamo giocato bene, siamo andati lì per vincere caricando quello che restava della squadra, ma non ci siamo mai lamentati delle condizioni in cui siamo arrivati alla fine del campionato. Abbiamo fatto la nostra partita, anche all’andata nel primo tempo siamo stati migliori, poi su due episodi abbiamo subìto gol ed il ritorno poteva sembrare difficile. Abbiamo vinto per l’ennesima volta in maniera rocambolesca e le coronarie sono state nuovamente messe a dura prova. Abbiamo fatto un lavoro incredibile soprattutto dal punto di vista dell’autostima dei ragazzi che hanno conquistato qualcosa di importante per loro, ora continuiamo a costruire sulla base di questa bella salvezza. Ripeto che scendere in Promozione non sarebbe stata un dramma, ma è andata così ed è ancora meglio. Sappiamo che vincere un campionato è sempre difficilissimo ma il nostro progetto prevede la crescita di un gruppo giovane ed avevamo messo in conto che saremmo potuti scendere, poi i ragazzi ci hanno messo tutto l’impegno che potevano e ciò non è accaduto. La partita l’ha vinta il mister perché abbiamo pareggiato in campionato in casa contro il Ronchi, facendo l’1-1 negli ultimi minuti su rigore procurato da Cestari, che era andato a fare l’attaccante. Nel secondo tempo supplementare il mister ha fatto lo stesso ed il rigore se l’è procurato nuovamente lui, questo non è un caso. Vuol dire che ci sono delle idee, abbiamo finito la gara con tre 2004 e due 2003. Il calcio è fatto di episodi, l’occasione che hanno avuto loro all’ultimo secondo è stata clamorosa e subire gol all’ultimo secondo per noi sarebbe stato un dramma. E’ andata bene per nostra fortuna”.

Cosa insegna questa salvezza in extremis?
“Che non bisogna mai darsi per vinti come abbiamo ripetuto ogni santo giorno ai ragazzi sia io che il mister, il calcio e lo sport in generale è una palestra di vita perché se non ci si arrende mai e ci si sacrifica, questo aiuta tanto anche nel corso della vita normale quando capitano cose che possono metterti in ginocchio. Si può cadere ma si deve avere la forza di rialzarsi e c’è sempre una possibilità di poter ottenere qualcosa di importante. Questi ragazzi per la prima volta hanno centrato un bell’obiettivo, ottenendo una salvezza miracolosa perché c’è stato un momento molto negativo in cui siamo andati a perdere a Primorje, ma non abbiamo mai mollato. Questo è un classico delle squadre giovani ed inesperte, invece nelle ultime due-tre settimane i ragazzi ci credevano ed alla fine ci sono state tante lacrime di felicità e questo servirà anche per il futuro. L’anno prossimo dobbiamo capitalizzare quello che abbiamo ottenuto quest’anno. Stiamo facendo un grande lavoro nel settore giovanile, dico sempre che la prima squadra è uno specchietto per le allodole perché ha più visibilità, ma il lavoro più importante lo si fa alla base. Sono andato a vedere la partita degli Esordienti contro il Donatello, ovviamente grandissima squadra, ma devo dire che noi non siamo così lontani. I Giovanissimi hanno pareggiato contro l’Ancona nella Fase Regionale e non sono stati messi sotto da nessuno. Tra due-tre anni vogliamo portare questi ragazzi in prima squadra”.

Il prossimo campionato sarà a 20 squadre, non più un minitorneo che sembrava quasi una lotteria. Ci sarà la possibilità di organizzare la stagione in maniera più tranquilla.
“Quando siamo stati chiamati ad inizio campionato per esprimerci, io ho dato la mia preferenza per il campionato unico. Capisco le esigenze della Federazione di prevenire un ulteriore stop pandemico e la maggioranza ha votato per i due gironi e ci siamo adeguati. Penso che si vada verso le cinque retrocessioni per passare l’anno successivo a 18 squadre. La mia sensazione è che bisogna stare comunque attenti perché quello che si prospetta a livello nazionale non è roseo e non sarà così facile per tante squadre iscriversi. I numeri sono risicati, veniamo da tre anni difficilissimi, ma sicuramente fare un campionato a 20 squadre dà una parvenza di normalità che ci auguriamo possa resistere nel tempo”.

Che prospettive avete?
“Siamo già al lavoro con lo staff tecnico per cercare quei quattro-cinque elementi che ci mancano, ma che dovranno avere determinate caratteristiche dal punto di vista tecnico, caratteriale e del senso d’appartenenza. Questo è il nostro punto di vista principale, lo è sempre stato e non lo cambieremo mai. Mi ha fatto enorme piacere ricevere tanti messaggi di congratulazioni spontanei, anche da parte di società che hanno avuto peggior sorte. C’è stata una signorilità non da poco anche da parte del Ronchi con cui abbiamo ottimi rapporti e capisco in pieno l’amarezza alla fine della partita”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/XR629qW.jpg

https://i.imgur.com/lkkayH8.jpg

https://i.imgur.com/l1UjRyh.jpg

https://i.imgur.com/WwvO1Ev.jpg

ITALIAGOL – Importante aggiornamento dell’app per tutti i dispositivi

Disponibile per Android tramite Play Store e iPhone tramite Apple Store, basterà eseguire l’update per poter usufruire della nuova versione dell’applicazione per seguire tutte le notizie e ricevere i risultati in tempo reale di tutto il calcio dilettantistico locale


- DOWNLOAD PER IOS
- DOWNLOAD ANDROID
Rilasciato un importante aggiornamento di Italiagol, l’App che da 8 anni sta accompagnando la redazione e gli utenti di FriuliGol.it nell'aggiornamento di risultati e notizie del calcio giovanile, dilettantistico e amatoriale del Friuli- Venezia Giulia.

La nuova versione è disponibile per tutti i dispositivi Android ed è scaricabile tramite Play Store (clicca qui) e per gli iPhone scaricabile tramite Apple Store (clicca qui). Per chi ha già l'applicazione installata sarà solo necessario effettuare l'aggiornamento.

Importante: una volta installata la nuova versione, gli utenti che, oltre alla lettura di risultati e news, vorranno fornire aggiornamenti dei risultati delle loro squadre, dovranno effettuare il login, o la registrazione per chi non si è mai registrato. Disponibile anche il login via account Facebook, per iPhone anche via account Apple.

https://i.imgur.com/6m8J9W1.jpg

https://i.imgur.com/4z0SGul.png

NOVITA’ – Ecco l’app ItaliaGol, oltre 100 campionati a portata di mano

News e aggiornamenti in tempo reale su tutti i campionati della regione, comodamente sul tuo smartphone

Da oggi disponibile su tutti gli store l’app di ItaliaGol, completamente nuova e rinnovata per restare al passo con i tempi.
Un aggiornamento necessario, dopo il boom della precedente versione, che aveva toccato la cifra record di 18.000 downloads nel solo Friuli Venezia Giulia. Il tutto in attesa del lancio del nuovo sito, che sbarcherà sulla rete prima della prossima stagione sportiva.
Con l’app ItaliaGol news, informazioni ed aggiornamenti dei risultati di oltre cento campionati regionali, in tempo reale e sempre a portata di mano su ogni smartphone.
Disponibile su tutti gli store, basterà scaricarla per essere sempre sul pezzo per quanto riguarda il calcio del Friuli-Venezia Giulia a trecentosessanta gradi con facilità, immediatezza e comodità. Non perderti tutto il bello del calcio regionale, scarica l’App ItaliaGol!

https://i.imgur.com/qiblOwu.jpg

https://i.imgur.com/UeYTvMF.jpg

https://i.imgur.com/jI9R0oE.jpg

https://i.imgur.com/6m8J9W1.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/05/2022
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13030 secondi