Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


ASSOSANGIORGINA - Buttazzi: duo Sibilla-Falcioni riporta le giovanili

Il presidente biancoverde annuncia un importante ritorno: “Dopo diversi anni d’assenza cercheremo di rifondare il settore, cercando con il tempo di comporre l’intera filiera come nei vecchi fasti in cui avevamo un vivaio florido”

Importante novità per l’Assosangiorgina che annuncia il ritorno del settore giovanile biancoverde. Il progetto presentato da Sibilla e Falcioni è stato approvato dal Consiglio d’Amministrazione che ha dato così il via alla rifondazione come ci spiega il presidente Giovanni Buttazzi: “Abbiamo concordato insieme a Sibilla e Falcioni, che è anche il nostro commercialista e sta facendo il corso allenatori, di rifondare il nostro settore giovanile partendo dalle basi e vedendo cosa si può fare. L’intenzione è di creare tutta la filiera ma non sarà semplice. Faremo un programma quinquennale per tornare ai fasti di un tempo quando eravamo coperti in tutti i settori. È una proposta che hanno accettato tutti i dirigenti, c’era un discorso in piedi con l’Ancona che però è stato scartato perché non siamo giunti ad un accordo e loro non hanno potuto presentare di persona il loro programma. Abbiamo optato per la proposta di Sibilla e Falcioni, che si sono presentati in sede e sono stati molto professionali”.

SIBILLA – “Lo conosco da tanti anni ed ho piena fiducia dal lato tecnico. Sa il fatto suo ed è stato un bravo calciatore. C’erano delle perplessità ma con Falcioni hanno presentato un bel progetto, abbiamo messo le basi per un autogestione con le rette con cui pagheremo gli allenatori e faremo progredire il programma. Ha creato l’Academy a Cussignacco che sta andando bene ed ha contatti con diverse società, ha molti ragazzi da portare e quindi vedremo cosa saprà fare”.

RITORNO – “Avevamo un florido settore giovanile con 13-14 formazioni e la filiera completa. Con il passare del tempo e la mancanza di dirigenti però, ci siamo dovuti tirare indietro, anche perché gli allenatori quando vanno via hanno il vizio di portare con loro squadre intere".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/03/2023
 

Altri articoli dalla provincia...













IL PUNTO - La nuova Terza categoria

Sarà il match di ritorno dei play-out tra Zompicchia e Aris San Polo a determinare l'ultima squadra retrocessa dalla Seconda categoria. La sfida si ...leggi
23/05/2024






Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,15501 secondi