Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


PRIMA A - L'Azzanese riprende il Bannia sui titoli di coda

Un rigore di Dimas a tempo scaduto rimette in equilibrio il derby, aperto dai padorni di casa e ribaltato dagli ospiti ad inizio ripresa

AZZANESE – BANNIA  2–2
Gol: 5’ Bance, 26’ Fantuz, 6’st Polzot, 51’st Dimas (rig)

AZZANESE (3-5-2): Brunetta, Barzan, Faccini, Sartor (22’st Aziz), Tondato (17’st Stolfo), Rorato, Zanese, Di Noto, Puiatti (26’st Verardo), Dimas, Bance (34’st Battistutta). A disposizione: Rosset, Bianchin, Shahini, Ganci, Faccioli. Allenatore: Alberto Toffolo.

BANNIA (4-5-1): Macan, Favretti, Fedrigo, Scantimburgo, Del Lepre, Pase (40’st Gjana), Lenisa (11’st Masato), Bortolussi, Fantuz, Plozot, Perissinotto. A disposizione: Ciot, Amadede, Feltrin, Ortolani, Capitao, Caiazzo. Allenatore: Gianluigi Rosini.

ARBITRO: Davide Pignatale sez. Pordenone.

NOTEAmmoniti: Puiatti, Bance; Polzot, Masato, Rosini (allenatore). Angoli: 4-6

AZZANO DECIMO  - Derby infuocato al "Vinicio Facca" di Azzano Decimo dove Azzanese e Bannia hanno dato vita ad un match divertente e imprevedibile fino all’ultimo istante.

Nelle prime fasi della gara le idee sembrano parecchio confuse da entrambi i lati, nessuna delle due formazioni vuole scoprirsi troppo nei primi minuti, dunque, si fatica a costruire gioco. Per stappare le marcature servirebbe un episodio, che puntualmente arriva al 5’ con il primo corner della partita, a favore dei padroni di casa.Sulla bandierina, quella di destra, posiziona la sfera Dimas; il 10 batte a rientrare sul primo palo col mancino, la palla viene sporcata da Puiatti, il quale cercando la conclusione verso la porta difatto prolunga per Bance che si trova dall’altro lato dello specchio, l’11 appoggia facile nella porta vuota e sblocca le marcature. Quinto centro stagionale per il centrocampista classe 2003. Dopo 5 minuti arriva la risposta degli ospiti con Fantuz. Fedrigo recupera alto sull’out di destra e punta il fondo, supera il diretto avversario e mette un cross molto interessante in area di rigore; Polzot non ci arriva ma alle sue spalle sbuca Fantuz che col destro al volo colpisce a botta sicura da una decina di metri dalla porta, con un balzo felino però Brunetta cala un vero e proprio miracolo e tiene a galla i suoi. Al minuto 17 altra occasione per i locali. La difesa ospite cerca di rinviare ma sbatte addosso a Puiatti, la sfera diventa buona per Dimas che se la sistema e dalla sinistra dell’area calcia a incrociare forte col mancino, Macan di esperienza esce sicuro a valanga e chiude bene lo specchio. A metà della prima frazione gli ospiti trovano il pari con Fantuz. Capitan Pase imbuca per Polzot che riceve largo a destra, un tocco per sistemarsi il pallone e traversone perfetto sulla testa di Fantuz che si fa trovare pronto dalla parte opposta e di testa batte facilmente Brunetta. Ospiti che crescono sempre più dal punto di vista atletico e tecnico da qui in poi, costruendo bene ma facendo fatica ad intrufolarsi nella serratissima difesa a cinque dell’Azzanese, la gara si trascina così fino all’intervallo.

Nella ripresa il Bannia spinge forte fin da subito, sembra quasi che non siano mai entrati negli spogliatoi, e dopo appena 6’ trovano la rete del vantaggio ribaltando la gara. Ennesima laterale lunga di Lenisa nel cuore dell’area azzanese, nella mischia la difesa locale cerca di spazzare ma Polzot allunga la gamba intercettando il rinvio e mettendo in porta, anche con un pizzico di fortuna, il pallone del 1-2. Manca difatto la reazione dei padroni di casa, allora mister Toffolo prova a raddrizzarla coi cambi ma senza ottenere risultati, anzi, gli ospiti continuano ad aumentare il ritmo e la mole di gioco, come sempre però faticano a concretizzare. Il Bannia si difende bene e gestisce in maniera intelligente il possesso palla conquistando calci di punizione e rimesse laterali in continuazione. La sorte però ha deciso diversamente, dopo i 5 minuti  di recupero assegnati da Pignatale si arriva all’ultimo pallone del match. I padroni di casa conquistano un calcio di punizione nella propria metà campo, tutti dentro, sul punto di battuta l’estremo difensore; la palla rilanciata lunga spiove nell’area di rigore del Bannia, Dimas prova a controllarla ma, cercando di anticiparlo, un difensore calcia solamente lo scarpino del brasiliano mancando completamente la sfera, calcio di rigore.
Sul punto di battuta non può che andare l’ex Chievo Verona, conta i passi e col destro incrocia spiazzando il portiere avversario e regalando ai suoi il pari. Con la fascia al braccio, Dimas, dopo aver trasformato il penalty non esulta, consapevole della prestazione sottotono dei suoi compagni e del fatto che questo pareggio stia stretto agli avversari che sarebbero stati meritevoli dei tre punti.

A fine gara mister Rosini si ritiene soddisfatto della prova dei suoi: «Anche se non abbiamo vinto sul campo abbiamo vinto dentro di noi, onore ai miei ragazzi, hanno fatto una grande gara e una grande prova di maturità».

Giulio Cao

Foto: Andrea Nicodemo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/5CHeTRY.jpeg

https://i.imgur.com/WXV4veO.jpeg

https://i.imgur.com/DsvbY96.jpeg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 06/04/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,14204 secondi