Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Trieste


BASKET - Trieste a Rieti spazza via il mal di pancia. Ora c'è Torino

La squadra di Christian non vinceva in trasferta da dicembre: ne fa le spese la Real Sebastiani, piegata 87-92 dopo una gara che ha visto gli ospiti sempre avanti. Domenica Ruzzier e soci affronteranno la prima gara dei play-off nella tana di Franco Ciani

REAL SEBASTIANI RIETI - PALLACANESTRO TRIESTE 87-92 (13-20; 33-44; 56-63)

REAL SEBASTIANI RIETI: Johnson 26 (3/5, 5/9), Hogue 16 (6/8, 0/0), Nobile 12 (1/1, 3/3), Petrovic 12 (2/4, 2/2), Italiano 10 (0/1, 2/3), Raucci 3 (1/6, 0/1), Spanghero 3 (1/2, 0/5), Piccin 3 (0/2, 1/3), Poom 2 (1/2), Sarto (0/2, 0/2), Sanguinetti n.e. All.: Rossi.

PALLACANESTRO TRIESTE: Ruzzier 24 (4/5, 3/5), Filloy 17 (1/1, 5/10), Deangeli 12 (4/5, 0/1), Vildera 10 (4/5), Reyes 9 (2/4, 1/2), Bossi 7 (0/1, 2/2), Ferrero 6 (0/3, 2/2), Brooks 5 (1/5, 1/4), Menalo 2 (0/2 da tre), Campogrande n.e. All.: Christian.

ARBITRI: Barbiero, Masi e Centonza.

Il mal di pancia in trasferta durava da metà dicembre e la Pallacanestro Trieste lo ha interrotto a Rieti, blindando il quinto posto in classifica. Adesso ai play-off sarà la Reale Mutua Torino di Franco Ciani (caduta in casa contro la Tezenis Verona) la prima avversaria dei giuliani nella post-season con gara-1 domenica 5 maggio nel capoluogo piemontese.

C’è Vildera sùbito in quintetto, per Trieste non c’è invece Candussi che rimane in borghese per la regola dei senior. La presenza del “Barba” si fa immediatamente sentire tra punti segnati e rimbalzi catturati; in avvio Rieti ci capisce poco e i biancorossi sono sul +6 al 5’ (2-8), pur non approfittando troppo delle pessime percentuali e delle tante palle perse della Real Sebastiani che torna presto sotto con i punti di Johnson e Hogue (-1). Nuovo strappo ospite, quando il tiro pesante inizia a entrare. Ruzzier e Reyes imbucano il provvisorio 7-14, Rieti tenta di rientrare ma altre due bombe giuliane (prima quella di Filloy, poi quella di Bossi) regalano il +7 alabardato anche sulla prima sirena.

Per un momento Trieste vola pure sul +10 (13-23 con altra tripla di Filloy), quindi è Petrovic su lato reatino a tenere a galla i padroni di casa con cinque punti di fila. I giocatori di Jamion Christian, però, si dimostrano sufficientemente oliati dal perimetro (segna anche Ferrero, 20-29) e rognosi in difesa per una Rieti già a quota 12 palle perse nei primi venti minuti. Nobile da lontano prova a smuovere la Real Sebastiani, ma l’inerzia la tiene abbondantemente in mano la Pallacanestro Trieste. Il 2+1 di Deangeli regala il massimo vantaggio di dodici lunghezze, solo parzialmente limitato da i locali all’intervallo lungo (33-44).

La Real Sebastiani sembra svegliarsi all’improvviso rientrando dagli spogliatoi; triple di Nobile e Italiano (42-49, intervallate da quella di Ferrero sul lato opposto), due minuti dopo Trieste ha solo quattro punti di vantaggio da difendere (47-51, time-out Christian al 24’), ma soprattutto è già in bonus di falli con tanti minuti ancora da spendere nel terzo quarto. Rieti arriva a -1 con Nobile prima e Petrovic poi (55-56), i giuliani restano avanti con Ruzzier e Filloy con mani caldissime da lontano e – nel momento in cui i reatini tornano a incepparsi – Trieste ha il merito di reggere l’urto e conservare sette punti di margine al 30’ (56-63).

La partenza dell’ultimo quarto è di quelle importanti per i giuliani. Immediatamente 8-0 di parziale targato Filloy, Deangeli e Bossi (56-71) a firmare una sorta di ipoteca, perché Trieste prende tanta fiducia e si spinge sempre più lontano nei minuti che seguono. Ruzzier e Deangeli fanno +21 a 6’ dalla fine (58-77) e da lì è praticamente fatta, perché Rieti non si rialza più e per Trieste c’è solo da gestire l’enorme margine a disposizione.
La Real Sebastiani si avvicina nei minuti conclusivi con un Johnson indemoniato (82-89 a 1’24’’ dalla fine), i punti nel finale di Ruzzier e Bossi mandano via la paura di un recupero in extremis.

Massimo Laudani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 22/04/2024
 

Altri articoli dalla provincia...







BASKET A2 - Trieste in cerca del bis

Cantù ha esperienza, chili e centimetri (tanto da essere abile a rimbalzo) oltre ad avere qualità sia offensive che difensive. Il suo play Anthony Hickey &egr...leggi
06/06/2024










BASKETA A2 - Gara bis per Trieste

La Pallacanestro Trieste ha mostrato una delle sue (pochissime) migliori versioni esterne nella prima sfida dei play-off contro la Reale Mutua Torino e l’ha spuntata ...leggi
07/05/2024


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12873 secondi