Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - Scappano San Luigi e Pro Gorizia, riparte il Brian

Nona d'andata tra conferme e sorprese. Le prime due della classe continuano a vincere, a Manzano alza per la prima volta bandiera bianca il Torviscosa. A Flaibano il Lumignacco cade ancora, risorge il Fontanafredda lasciando al Kras il fanalino di coda del campionato. Colpo della Juventina a Gemona in pieno recupero



Nona di campionato e scappano in due: il San Luigi, 25 punti, e la Pro Gorizia, balzata a quota 21. Le due battistrada restano le uniche squadre imbattute dopo la caduta del Torviscosa a Manzano. Riparte il Brian, si fa male a Flaibano il Lumignacco, ritrovano i tre punti anche Juventina e Fontanafredda dopo che ieri era riuscito al Fiume Veneto di spezzare la serie negativa. E tocca al Kras "ereditare" il fanalino di coda dell'Eccellenza a quota 6.
Quinta affermazione di fila per il San Luigi, che ha regolato 3-0 il Tricesimo: quel che è più rilevante è che la squadra di Sandrin ha terminato la quarta gara consecutiva senza subire gol. I piani di Zucco sono naufragati troppo presto: già al 6' Gridel ha portato in vantaggio la capolista, a metà frazione Carlevaris ha raddoppiato. Infine, nel finale c'è stata gloria per Miccoli
Solo la Pro Gorizia è per ora in grado di tenere il ritmo del San Luigi: la formazione di Coceani ha colto la terza vittoria consecutiva domando alla distanza un Kras a lungo capace di resistere: ci voleva il rigore trasformato da Acampora al 63' per far capitolare D'Agnolo e soci, poi Klun metteva al sicuro l'intero bottino. 
Sale sugli scudi la Manzanese, capace di annichilire 4-0 il Torviscosa, al primo tonfo in campionato: arancione brillanti ed efficaci, contro una formazione giù di corda; il 2000 Kuqi apre le danze dopo un quarto d'ora, Tosone raddoppia al 28', nella ripresa colpiscono pure Paolucci dal dischetto e Bergamasco, mentre l'autogol di Cestari non cambia di una virgola la morale di una favola che proietta la squadra di Bertino a centro classifica e costringe quella di Marin a subire l'aggancio del Brian. Brian che si impone a Ronchi 3-2, in una partita inizialmente in forte discesa discesa per i biancazzurri (Cesca e Nadalini in 6' sembravano ipotecarne l'esito), ma che la doppietta di Bardini rendeva arroventata. Stavolta il finale era amico della creatura di Birtig, che passava all'86 con Grion
E' un Lumignacco in grande difficoltà quello che chiude malissimo una settimana complicata: al ko in Coppa fa seguito quello di Flaibano, in un match che prende la sua piega a metà ripresa, quando Tomat porta in vantaggio i gialloneri. L'infinito Favero colpisce  a 13' dalla fine, Vit su rigore dilata il risultato, davvero troppo pesante per i rossoblù, che però sembrano aver smarrito la strada giusta. 
Il cambio di allenatore produce subito frutti importanti al Fiume Veneto come oggi per il Fontanafredda, che va a sbancare Lignano, salotto di una squadra che pure veniva da tre vittorie di fila. I rossoneri targati Morandin gettano in campo una gran fame di risultato, anche gli episodi si rivelano favorevoli, e passano al 33' con De Pin e all'82 con Possamai, subendo al 90' la stoccata di Cusin.
E' Veljnkovic, invece, a risolvere nel recupero una combattuta e incerta Gemonese - Juventina: i biancorossi di Sepulcri piazzano la botta in extremis e col sesto gol all'attivo ottengono la quarta affermazione in 9 turni, senza aver ancora assaggiato il pareggio. Così ci si salva. 



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 04/11/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,90337 secondi