Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - Gradese per il rotto della cuffia. Ulliani: bravi a crederci

Il capitano dei rosso scudati racconta la vittoria contro l'Isontina che è valsa la permanenza nella categoria: "Dopo aver subito la rete degli avversari, abbiamo trovato il coraggio di osare. Volevamo vincere a tutti i costi"



Benedetti minuti di recupero. Tra poco forse i frati lasceranno il santuario di Barbana, nel frattempo hanno miracolato la Gradese. Data per molti ormai spacciata, visto il trend negativo del girone di ritorno, nell’ultima partita stagionale, la più importante, è uscito il vero carattere dei “mamoli”, mai remissivi e sempre pronti a lottare quando il dovere chiama. E a farsi carico di forgiare in oro quanto prodotto è toccato ad uno dei veterani del calcio, uno che di partite come queste ne ha vissute parecchie, Marco Facchinetti, classe ’81, due gol di cui il più importante nei minuti critici, nel recupero del secondo tempo supplementare.
A raccontare questa impresa è il capitano dei rosso scudati, il centrocampista Andrea Ulliani: “Eravamo partiti con il morale non al massimo, venivamo da un periodo disastroso con solo 5 punti conquistati nel girone di ritorno e la condizione non era delle migliori a causa di assenze agli allenamenti per vari motivi, conditi da qualche infortunio. Avevamo quest’ultima possibilità e ci siamo presentati stavolta belli e carichi. La partita è stata un po’ strana, nel primo tempo con poche occasioni, nel secondo l’Isontina è passata in vantaggio su nostra disattenzione in occasione di una punizione. Paradossalmente il gol subito ci ha fornito maggior coraggio nell’osare. E’ stato annullato un gol a Milocco per fuorigioco e verso lo scadere Facchinetti ha indirizzato a rete, di testa, una punizione laterale. Al 90’ non ci è stato assegnato un netto rigore per un fallo di mano sulla riga di porta. Certo poi bisognava far gol, ma intanto saremmo andati ai supplementari in superiorità numerica”.

Poi tutto si è risolto nei 30 minuti successivi...
“Abbiamo continuato ad attaccare, dovevamo solo vincere e a pochi secondi dal termine, ancora Facchiinetti con un pallonetto ha superato il portiere, tra le proteste degli avversari per un presunto fuorigioco, non segnalato però dallì’assistente. Nei successivi 30 secondi non ho capito più niente, ho solo sentito il fischio finale. E’ stato un successo insperato, questo è il bello del calcio”.

Che messaggio inoltra il capitano.
“E’ stata una stagione durissima, iniziata con un numero considerevole di giocatori in rosa ma alla fine della stagione, come accade da parecchi anni, siamo rimasti in pochi ma credo sia un problema generalizzato, e giocatori giovani ce ne sono sempre meno. Siamo riusciti però a tirarci fuori da questa situazione complicata, scrollandoci da dosso un po’ di nervosismo, godendoci un po’ di gioia”.

A chi dedica questo successo?
“A tutti coloro che ci hanno creduto, un pensiero va sempre all’ex presidente Angelo Marin, impossibilitato a seguire di persona la squadra per motivi di salute, ma lo fa sempre dai media. Ed inoltre a quei pochi supporters che ci hanno sempre seguito”.

Mister Nunez?

“Ha avuto una crisi di pianto, è stata anche per lui una stagione difficile, si era allontanato per un periodo dalla squadra per motivi a me sconosciuti, e dopo un mese si è riavvicinato e ci ha portato a questo traguardo. Credo sia stata una grande soddisfazione anche per lui, mettendoci tanto impegno e tanto cuore, ci teneva veramente tanto”. 

https://i.imgur.com/nsofKsn.jpg



 

https://i.imgur.com/tPdowQ4.jpg

https://i.imgur.com/KafPYHk.jpg

https://i.imgur.com/v8uIimV.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 22/05/2019
 

Altri articoli dalla provincia...












CANADA NEWS - Fvg, la parola al campo

TORONTO - Andiamo, è tempo di giocare. Pur coinvolta in diversi impegni di rappresentanza, la selezione regionale Under 17 del Friuli - Venezia Giulia non si &...leggi
04/07/2019







Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01508 secondi