Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


PORDENONE - Ufficiale: sarà la Dacia Arena la casa in B

I ramarri hanno siglato l'accordo con l'Udinese per giocare le gare interne del loro primo campionato cadetto nello stadio dei bianconeri. La soddisfazione del presidente Lovisa: "Grazie di cuore alla famiglia Pozzo". Collavino: "Dacia Arena casa di tutti gli sportivi della regione"



Il Pordenone Calcio disputerà le gare casalinghe della stagione 2019/2020, prima storica di Serie B, alla Dacia Arena di Udine. L’accordo è stato sancito dai vertici di Udinese e Pordenone: la documentazione è stata inviata alla Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi della Figc.

«Siamo molto felici di accogliere alla Dacia Arena il Pordenone Calcio per questo storico esordio in Serie B - ha dichiarato il Direttore Generale dell’Udinese Calcio Franco Collavino - quando abbiamo realizzato questo nostro nuovo stadio l’abbiamo fatto con l’obiettivo che diventasse casa di tutti gli sportivi del Friuli Venezia Giulia e l’accordo firmato con la società neroverde sancisce questa vocazione. Il Presidente Lovisa ci ha manifestato questa esigenza della sua società e ci siamo adoperati subito per trovare una soluzione ottimale, è con piacere quindi che diamo il benvenuto al Pordenone e ai suoi tifosi alla Dacia Arena».

Mauro Lovisa, Presidente del Pordenone Calcio, dichiara: «Ringraziamo di cuore la famiglia Pozzo e tutta l’Udinese per la disponibilità assicurata sin dal primo contatto. In attesa della costruzione della nostra nuova casa sarà un onore giocare come ospiti, e non come meri affittuari, in uno degli stadi più belli d’Europa. Un gioiello di comfort, a misura di tifoso. Siamo consapevoli che i nostri sostenitori dovranno fare qualche sacrificio, ma la fede neroverde e questa prima incredibile serie B - da vivere intensamente - saranno più forti della distanza. Come società verremo loro incontro proponendo servizi ad hoc. La continuità tecnica con mister Tesser, le conferme dell’ossatura della squadra e la possibilità di giocare in uno stadio come la Dacia Arena sono i capisaldi per affrontare la B con idee chiare, un progetto forte e serio».




Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/06/2019
 

Altri articoli dalla provincia...













PRIMA A - Rivoluzione al Vallenoncello

Quando tutti al Vallenoncello si aspettavano il prolungamento del rapporto con mister Michele Gallini, artefice dell’impresa titanica di aver portato in salvo la squadra...leggi
12/06/2019






Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04323 secondi