Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


TURRIACO 1922 - Al via con parecchie novità

Dal ritorno alla denominazione unica con l’anno di fondazione inglobato, al nuovo allenatore, ad alcuni innesti in prima squadra e una formazione Allievi sperimentale in più, il club del presidente Perco spera di ottenere dei risultati soddisfacenti. Gli obiettivi arriveranno dal campo

La società del presidente Perco e del vice Tomasella riparte con entusiasmo e come prima novità il cambio di denominazione, da Fo.Re.Turriaco al nuovo nome Turriaco  1922, una scelta voluta fortemente dalla dirigenza, per mettere in risalto l'anno di nascita della società e prossima a festeggiare il centenario. Per quanto riguarda invece la prima squadra il ds Fabio Fontanot si è messo al lavoro per completare la rosa, rimasta per tre quarti, quella dell'anno scorso.

Primo ingaggio è stato il mister, ovvero Roberto Gon, la scorsa stagione alla Romana, e va a sostituire Gabriele Pozzar, a cui vanno i ringraziamenti da parte della società per il lavoro svolto, frenato solo da problemi lavorativi, altrimenti il matrimonio sarebbe continuato. Il primo vero acquisto è il rinnovo del prestito dal Ronchi del bomber Mauro Piagno (’99), penalizzato, lo scorso campionato, da infortuni a causa dei quali non ha potuto completare una stagione che lo stava vedendo protagonista assoluto nella categoria. I numeri parlano chiaro: 14 partite giocate con 19 gol fatti. I volti nuovi per questa stagione sono Ousmane Dembele, centrocampista classe '98 proveniente dal Limana (Seconda categoria bellunese), solo omonimo del francese del Barcellona; Julio Josè Bartolini centrocampista classe '93, nell'ultima stagione alla Romana, Crescenzo D'Auria, difensore/centrocampista, fermo per problemi lavorativi nella passata stagione e l’arrivo dell’attaccante Riccardo Caus, un 2000 proveniente dal Mladost, ma già a Turriaco ai tempi degli allievi. Si registrano poi i ritorni di Andrea Carere, difensore del ’96, dopo una stagione alla Terenziana e, dopo un anno in prestito al Ronchi, di Marco Durelli attaccante classe 2001. Potrebbe esserci ancora un colpo per chiudere una rosa di ottimo livello, grazie anche alle riconferme dei "senatori" Andrea Di Giorgio, Enrico Furioso, Luca De Angelini.

Per quanto riguarda il settore giovanile, la novità è la squadra Allievi sperimentali che quest' anno affronterà il campionato regionale con l'obiettivo di far crescere i ragazzi. La squadra è stata affidata a Stefano Bertogna, allenatore esperto e già a Turriaco quest'anno con i giovanissimi e l'anno prima con gli juniores. Insomma le premesse sono buone, adesso sarà il campo a dire quali obiettivi potrà raggiungere la società biancazzurra in questa nuova stagione che sta per aprirsi.

https://i.imgur.com/UXhpWL1.jpg



Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 23/07/2019
 

Altri articoli dalla provincia...










A GORIZIA - Grion sugli scudi

Finisce con la vittoria della Pro Gorizia, anche se solo per differenza reti, la “festa” del calcio isontino dedicata ad Agostino Moretto...leggi
18/08/2019









Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01631 secondi