Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


FIGC FVG - Canciani, sulla serie D non è detta l'ultima parola

Il Presidente della Federcalcio regionale spiega i motivi della proposta al Consiglio Federale. “Le interconnessioni con le Leghe superiori non hanno permesso altre soluzioni”. Tutto però dipenderà dalla Lega Pro e dalla riunione con il ministro Spadafora il 28 maggio. Dall’Eccellenza in giù promosse le prime classificate e niente retrocessioni. Il 3 e 4 giugno tutto si definirà

Tante società aspettavano con trepidazione l’esito del Consiglio della Lnd svoltosi nel pomeriggio di venerdì 22 maggio, per capire quali sarebbero stati i criteri per promozioni e/o retrocessioni dopo la cristallizzazione delle classifiche deliberata dal Consiglio Federale di mercoledì.

Invece in tanti sono rimasti delusi dall’unica proposta concreta emessa dopo una lunga riunione conclusasi a metà pomeriggio, ossia quella relativa alla serie D, con la richiesta di promozione delle prime in classifica e la retrocessione delle ultime quattro. Per quanto riguarda i campionati regionali, tutto è stato ancora rimandato.

Per capire come si è arrivati a questa decisione, ci siamo naturalmente rivolti al sempre disponibile  Presidente regionale della Figc Ermes Canciani.

MOTIVAZIONI - “Voglio innanzitutto chiarire che il Consiglio Direttivo della Lnd, nella riunione di venerdì, non ha deciso la promozione della prima classificata e la retrocessione delle ultime quattro squadre della serie D, bensì ha recepito le disposizioni federali riguardo la serie C, la quale cercherà di emettere sul campo i verdetti di chi salirà in serie B e chi retrocederà in serie D. Le quattro Leghe, serie A, B. C e D sono strettamente interconnesse fra loro e quindi, come Consiglio direttivo, purtroppo siamo stati costretti ad adeguarci ai dettami del Consiglio federale. E in questo consiglio sono rappresentate tutte le componenti, la Lega serie A, serie B, Lega Pro, Lnd, l’Aic, l’Aiac e l’Aia. Ricordo altresì che l’interruzione definitiva dei dilettanti non è stata votata all’unanimità ,bensì da due terzi dei componenti, poiché Lega Pro e calciatori si sono opposti. Ciò per far capire la difficoltà in cui anche il mondo del calcio sta vivendo in questo periodo”  

SPIRAGLI - “Non esiste una parole fine su questo argomento, tutto è ancora in gioco in quanto il 28 maggio ci sarà un incontro con il ministro Spadafora e in quella data vedremo se la serie C sarà in grado di riprendere o meno a giocare. Se non lo fosse, tutto ritornerebbe in gioco.

In ogni caso quella di ieri è stata una giornata importante e, per certi versi, anche drammatica per il mondo del calcio dei dilettanti, avendo sancito alcuni principi: la malaugurata conclusione della stagione e questo provvedimento molto penalizzante per alcune regioni, tra cui il nostro Friuli Venezia Giulia”.

PROPOSTA - “La Lnd, facendo parte della Figc, non ha il potere autonomo di interrompere o sospendere i campionati di competenza e neppure il potere di definire le modalità di svolgimento. Queste infatti sono dettate dal Comunicato Ufficiale n.1 che assegna ad ogni regione un numero di società vincenti i campionati e un numero stabilito di retrocessioni. Con questa riunione il Consiglio Direttivo ha dato pieno incarico al Presidente della Lnd Sibilia di proporre, e sottolineo proporre, al Consiglio Federale ciò che da più parti si stava delineando. Ossia, dall’Eccellenza in giù, la prima classificata al momento dell’interruzione salirebbe nella categoria superiore, mentre non ci sarebbero retrocessioni. Questo perché i campionati regionali non hanno interconnessioni con quelli nazionali. Dobbiamo ora attendere la decisione del Consiglio Federale il 3 giugno e quello della Lnd il giorno successivo”.

MAXI GIRONI - “Qualora Tamai e San Luigi non dovessero rimanere in serie D, il prossimo campionato di Eccellenza sarà giocoforza a 20 squadre, con la salita delle prime classificate dei due gironi di promozione e della miglior seconda, sempre fra i due gironi”.

MANI LEGATE - In conclusione desidero informare gli amici presidenti del Tamai Elia Verardo e del San Luigi Ezio Peruzzo che tutti noi presidenti dell’Area Nord, ci siamo battuti affinchè questo provvedimento di retrocessioni non venisse applicato ma, come detto, essendoci interconnessioni con le altre Leghe, siamo stati costretti ad accettarlo. Speriamo che la parole fine possa essere rimandata”.

RADIO GIOCONDA FVG - Qui sotto è disponibile la puntata odierna di FriulinGol, con l'intervento del Presidente Figc regionale Ermes Canciani, a seguire quelli di Tomaso Verardo Elia, Stefano Mainardis, Ezio Peruzzo e Fabio Berti.

Friuli in Gol Sabato - 2020-05-23 -
Ascolta la puntata

https://i.imgur.com/tgCsHRV.jpg

Friuli in Gol "la regjon tal baloon"
Da 14 anni tutto il calcio Dilettantistico, Giovanile e Amatoriale in Friuli Venezia Giulia ce lo racconta Franco Poiana sulle nostre frequenze tra ospiti competenti e pubblico appassionato! La settimana si chiude con il Presidente della Federcalcio regionale, Ermes Canciani che spiega i motivi della proposta al Consiglio Federale: "Le interconnessioni con le Leghe superiori non hanno permesso altre soluzioni". Sulla Serie D non e detta l'ultima parola. A seguire nella seconda parte i commenti, sulla decisione del Consiglio Federale di ieri, del Presidente del San Luigi Ezio Peruzzo, del suo collega Tomaso Verardo Elia del Tamai e Stefano Mainardis vice presidente delle furie rosse. A chiudere il parere di Fabio Berti il ds del Brian Lignano.
FriliinGol in onda, sulle sei frequenze regionali in fm, da lunedì al venerdì alle 7.25 e alle 12, oggi sabato la replica viene riproposta alle 14.
Ascolta la puntata.

https://i.imgur.com/pZhavhG.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 23/05/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,33861 secondi