Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


VIVAI RAUSCEDO - Pizzolitto: partita come le altre, serve più fame

Domenica vivaisti in trasferta sul campo del Casarsa. Il tecnico granata scherza sul titolo di questo match, che viene definito il "derby del vino": "Amo il vino rosso che con un piccolo sforzo di fantasia può essere accostato alla nostra maglia, noi siamo come un buon Sangiovese in purezza: un gran vino che però ha bisogno di tempo per dare il meglio di sè"

Alla vigilia di Casarsa-Vivai Rauscedo, match molto sentito (Promozione/A), definito dai più "derby del vino", abbiamo ascoltato il tecnico granata Gianni Pizzolitto, che ci ha dato il suo parere sugli avversari di giornata e su come arriveranno i suoi a questo importante scontro diretto.

LA PARTITA - "Spero di riuscire a ritrovare una prestazione convincente, al di là dell'avversario che in questo caso sarà difficile da affrontare, perchè è qualche domenica che la mia squadra non mi piace per poca fame e poca voglia. Per me è una partita come le altre, perchè stiamo facendo un percorso che ci porti a trovare la nostra identità e speriamo di farlo in fretta. La prossima partita sarà solo un altro passo in questo cammino che stiamo compiendo tutti insieme. Vincere non darà chissà quale vantaggio in classifica, ma sicuramente far bene può darci autostima. Questo è il derby del vino, io amo quello rosso quindi con un piccolo sforzo di fantasia possiamo accostarlo al colore delle nostre maglie e spero che sia di buon auspicio. La squadra è un buon Sangiovese in purezza, un gran vino ma che ha bisogno di anni per dare il meglio di sè, speriamo di fare lo stesso percorso magari più accelerato".

SQUADRE - "C'è una differenza tra noi e loro: il Casarsa ha cambiato poco rispetto all'anno scorso ed hanno aggiunto Paciulli, che in queste categoria fa la differenza, avere in rosa un giocatore che è stato in grado di andare in doppia cifra in Eccellenza è un chiaro segnale che hanno degli obiettivi ben chiari. Noi invece abbiamo ringiovanito la squadra e partiamo quasi sempre con sei undicesimi composto da nuovi arrivati. Non so che tipo di ambizioni abbiano loro però giocare con una squadra praticamente uguale da più anni significa avere più amalgama e compattezza, poi quando si gioca con Daniel Paciulli non si può puntare ad una semplice salvezza".

DEFEZIONI - "Ci mancherà Andrea Bortolussi e Francesco D'Andrea, che sono infortunati, e Oumarou Bance per squalifica".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/10/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,11986 secondi