Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


ECCELLENZA - Peccato Pro Gorizia!

A Castelfranco Veneto la squadra di Franti cede di misura e solo nel recupero al Giorgione. Nel primo tempo sono gli ospiti a rendersi più pericolosi, nella ripresa la formazione di casa cresce, ma Jacopo Grion colpisce un palo e poi, dal dischetto, firma l'1-1. Al 95' Visinoni, sempre su rigore, realizza il gol che decide il match

GIORGIONE – PRO GORIZIA 2-1 (p.t. 0-0)
Gol: s.t. Andrea Nobile al 14’, Jacopo Grion (rig.) al 23’, Visinoni (rig.) al 50’.

GIORGIONE: Matteo Antonello, Salomone, Mioni, Anile (12’st Bevilacqua), Gianmarco Antonello, Alvise Nobile (38’st Trevisan), Meite (14’st Visinoni), Nicoletti, Bonaldi, Gashi, Andrea Nobile; a disposizione Guidolin, Minato, Navarra, Pesce, De Pieri, Bressan. Allenatore Stefano Esposito.

PRO GORIZIA: Buso, Guobadia (28’st Mantovani), De Rossi, De Lutti, Piscopo, Arcaba, Samotti, Aldrigo (31’st Ime Akan), Paliaga (33’st Marijanovic), Jacopo Grion, Raugna (9’st Pillon); a disposizione Grubizza, Peressini, Elia Grion. Allenatore Fabio Franti.

ARBITRO: Riccardo Tropiano di Bari. Assistenti: Elia Betello di San Donà di Piave e Alex Scaldaferro di Vicenza.

NOTE – Ammoniti: Salomone (19’pt), Anile (24’pt), Aldrigo (38’pt), Meite (47’pt), Guobadia (2’st), Andrea Nobile (15’st), Nicoletti (20’st), De Lutti (38’st), De Rossi (45’st). Calci d’angolo 3-1 per il Giorgione. Recuperi 2’30’’ e 4’30’’.

CASTELFRANCO VENETO – Campionato particolare l’Eccellenza veneto-isontino-giuliana, che prevede solo nove giornate per definire chi, al termine, verrà promosso in Serie D. Dopo la prima giornata (pareggio casalingo col San Luigi per i goriziani, sconfitta a Motta di Livenza per i castellani) entrambe le squadre necessitano dei tre punti per continuare con speranze la corsa. Ne escono alla fine vittoriosi i padroni di casa, al termine di una gara il cui primo tempo è stato avaro di emozioni e la cui ripresa ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino al 95’, minuto nel quale i trevigiani hanno siglato, su rigore, il gol della vittoria.
Prima conclusione per i padroni di casa, al 2’, con Gashi, il cui tiro viene respinto da Buso con un buon riflesso. Al 9’ opportunità per la Pro Gorizia, con il calcio di punizione di Grion, dalla lunetta dell’area di rigore, che termina di poco alto sulla traversa. Poco prima della mezz’ora ancora un’occasione per i goriziani, con il tiro a botta sicura di Samotti che si infrange su un difensore castellano. Al 33’ è il Giorgione ad avere una buona opportunità, ma la conclusione di destro del mancino Mioni termina alta sulla traversa. Al 40’ Paliaga, a centrocampo, sfila il pallone a Nobile e si invola verso l’area dei padroni di casa; è bravo Antonelli a parare in due tempi la conclusione del numero nove ospite.
Nella ripresa cresce il Giorgione, che al 6’ va vicino alla rete su calcio d’angolo battuto da Mioni, sul quale Andrea Nobile, in spaccata, colpisce la traversa e sulla cui ribattuta Salomone calcia sul fondo. Giungiamo al 14’ e il Giorgione passa in vantaggio: passaggio col contagiri di Gashi in area per Andrea Nobile che, con un preciso diagonale, batte Buso siglando l’1-0.
Continua a far gioco il Giorgione, ma un po’ a sorpresa è la Pro Gorizia ad andare vicina al pareggio con Grion, al 21’, il cui calcio di punizione dai trenta metri si infrange sul palo alla destra di Matteo Antonello. Momento positivo per gli isontini che, un minuto dopo, conquistano un calcio di rigore con Pillon, partito forse in fuorigioco, che viene steso nell’area avversaria; puntuale la trasformazione di Jacopo Grion che trova così il pareggio.
I padroni di casa non ci stanno e vanno vicino al gol con Bonaldi, che al 26’ tira sopra la traversa e al 37’ si vede parare la conclusione da Buso. Quando la gara sembra ormai destinata a terminare in parità, nell’ultimo minuto di recupero, Visinoni viene steso in area da De Lutti. L’arbitro correttamente decreta il secondo calcio di rigore di giornata, trasformato dal ‘95 Visinoni, che spiazza Buso per il 2-1 finale.

Andrea Citran

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 25/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08152 secondi