Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMOREC - Esposito: noi valorizziamo i giovani, risultato ininfluente

Il direttore generale critica il mercato delle altre squadre del girone: "Noi abbiamo il 10% del bilancio delle altre e retrocederanno squadre che hanno speso molto più di noi. Contento che il Torviscosa abbia giocato fino alla fine senza fare un giro palla umiliante". E sul format del girone: "Basta critiche per il presidente Canciani, ha salvato il calcio in Friuli-Venezia Giulia"

Sconfitta da record per il Primorec che ha perso con l'incredibile risultato di 12-1 contro il Torviscosa. A spiegare le motivazioni di tale disfatta è il direttore generale biancorosso, Enzo Esposito: "Me l'aspettavo perchè c'erano tre-quattro ragazzi che avevano appena fatto il vaccino ed altri due o tre che non hanno potuto giocare a causa dell'organizzazione dei tamponi, nonostante un'attesa di un giorno intero nella giornata di sabato. Giocavamo contro una corazzata perchè il Torviscosa è una delle squadre più attrezzate dell'Eccellenza quindi mi aspettavo una sconfitta. Bisogna capire che siamo in un campionato un po' ambiguo, perchè ci sono realtà che non possono permettersi ingaggi stratosferici a differenza di altre che si trovano nello stesso girone".

ECCELLENZA - "È un movimento che deve pensare al futuro dei giovani, invece qui mi sembra che si pensi solo a vincere i campionati ad ogni costo, pagando stipendi da capogiro per poi lamentarsi nelle assemblee. Si viene a creare un campionato in cui ci sono tre-quattro squadre d'elite e tutte le altre che si trovano a lottare per la retrocessione. Le continue accuse contro il presidente Canciani mi sembrano fuori luogo, perchè Ermes è una persona eccezionale e penso che senza di lui avremmo tanti problemi, lo dico da persona informata che ha girato l'Italia facendo il Commissario di campo. Lui ha salvato il calcio in Friuli-Venezia Giulia: so cosa vuol dire andare a Roma per combattere con la Federcalcio".

RISULTATO PREOCCUPANTE - "Abbiamo fatto una fusione passando dalla Seconda Categoria all'Eccellenza, cambiando 21 giocatori, abbiamo bisogno di tempo e la classifica per ora non ci condanna. Ci vuole calma, faremo il possibile per raggiungere la salvezza. Non sono d'accordo con chi dice che l'allenatore del Torviscosa ci ha voluto umiliare, perchè ha fatto solo il suo dovere. Ha effettuato le sostituzioni subito per far giocare le seconde linee e non poteva fare altro, quindi lo ringrazio perchè ci avrebbero umiliato fermandosi e facendo girare palla fino alla fine della gara. Lo sport è questo e non si possono muovere certi tipi di critiche. Sono d'accordo, invece, con chi protesta per degli esborsi spropositati da parte di alcune società. Noi continuiamo a testa alta per il nostro percorso, perchè su 25 giocatori ben 18 sono giovani e sono inseriti in un percorso di crescita che li porterà a migliorare con la nostra maglia o magari a salire di categoria. Noi non abbiamo neanche il 10% del bilancio che hanno le altre società di Eccellenza. Non sappiamo ancora quante ne retrocederanno, ma sicuramente lo faranno squadre che ci surclassano a livello economico. Noi non ci diamo per vinti finchè la matematica non ci condannerà. Con la rosa al completo siamo riusciti a pareggiare con il Sistiana ed abbiamo società più blasonate di noi che hanno i nostri stessi punti o anche meno. Alla fine valgono i punti in classifica non i gol subìti".

FORMAT - "Se il regolamento lo prevede, va fatto un plauso alle triestine che sono riuscite ad iscriversi in sei nel girone. Sono d'accordo, però, con chi dice che su sei al massimo un paio potranno formare rose competitive. Dobbiamo ricordarci anche dei disagi dovuti al Covid: ci sono tanti giocatori sloveni che non possono o non se la sentono più di venire da noi a giocare".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/AVbkv5M.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 27/09/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07957 secondi