Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


PAGNACCO - U15 pigliatutto, Lepore: il progetto sta funzionando

Gli Under 15 granata chiudono il girone d’andata a punteggio pieno, per la soddisfazione del responsabile del settore giovanile che esalta il lavoro dello staff tecnico

La prima parte di stagione si è rivelata trionfale per i Giovanissimi del Pagnacco, campioni d’inverno, a punteggio pieno, del girone A udinese degli Under 15 Provinciali.

27 punti raccolti in nove gare, ben 60 gol realizzati e appena 5 subiti, per la soddisfazione del responsabile del settore giovanile granata Alfonso Lepore: “Noi avevamo chiesto il ripescaggio tra i Regionali, per confrontare i ragazzi con un’altra realtà, poi non ci è stato concordato e ci siamo ritrovati nei Provinciali, mantenendo lo stesso organico e lo stesso staff già predisposti e puntando così a stare in alto. Finora ci stiamo riuscendo, vogliamo continuare così”.

La squadra si diverte e fa divertire: “Mister Marco Testa ha impostato negli ultimi due anni un gioco “spagnolo”, tanto possesso, tanti tocchi, anche di prima, per arrivare al tiro. Siamo molto offensivi, come testimoniano i numeri, e mandiamo in gol tanti giocatori diversi, anche perché abbiamo una rosa di 20 titolari che si alternano senza differenze. Se devo fare dei nomi, cito gli attaccanti Colautto, Rabassi, Toniutti, Liva, Bonassi e Gozzi, ma tutti meritano. Oltretutto, sono tutti ragazzi seri, sempre presenti agli allenamenti. Voglio menzionare anche l’ottimo lavoro che stanno svolgendo il preparatore atletico Pietro Zaccagnino e il preparatore dei portieri Marco Meden, sempre sul pezzo”.

Lepore si dilunga anche sul campionato: “Ci sono squadre competitive, come Tricesimo e Buiese, con cui abbiamo avuto la partita più dura, vinta solo sul finale. Peccato che il girone sia breve, forse si potevano mettere insieme più squadre per giocare di più. Ora stare fermi due mesi ora è pericoloso, infatti ci stiamo muovendo per organizzare delle amichevoli, anche fuori regione se necessario”.

Chiosa sulla crescita di questo Pagnacco: “Io sono arrivato qui tre anni fa, quando la società ha deciso di reinvestire sul settore giovanile avviando questo nuovo progetto, che punta ad imporsi nel panorama giovanile e soprattutto a crescere i ragazzi. Per questo, ci siamo affidati a tecnici esperti e competenti, come lo stesso Testa, ex Cjarlins e Ancona Lumignacco. Il nostro è un percorso lungo, ma già ora stiamo raccogliendo i primi frutti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/VkojKk1.jpg

https://i.imgur.com/yiNchP1.jpg

https://i.imgur.com/JRit9SN.jpg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/12/2023
 

Altri articoli dalla provincia...





PALAZZOLO - Ripartenza riuscita. Il "Viola" scatta il 31 maggio

Dopo tre stagioni di assenza il Palazzolo ha ripreso con successo e soddisfazioni anche l'attività del settore giovanile che ha visto l'adesione di venticinque piccoli calciatori (nati negli anni 2013-2018) suddivisi nelle categorie Pulcini, Primi Calci e Piccoli Amici. Pur con le difficoltà legate al decremento delle nascite, alla con...leggi
13/04/2024














Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10649 secondi