Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


VIGONOVO - Zanette: programmiamo il futuro partendo da basi solide

Il ds bianco-gialloblu è soddisfatto dell'annata appena trascorsa: "Stagione più che positiva anche perchè abbiamo cambiato mister e quattordici giocatori rispetto all'anno scorso"


Il campionato di Prima categoria girone A ha visto un ottimo Vigonovo, rinnovato rispetto alla passata stagione e che è riuscito a rimanere in lotta per il salto di categoria fino alle ultime giornate. Il ds Andrea Zanette registra con approvazioni i dati di quest'annata, consapevole di poter programmare il prossimo su basi solide: "Stagione più che positiva, siamo rimasti molto contenti sotto diversi aspetti, considerando che ad inizio anno abbiamo cambiato quattordici giocatori ed anche il mister. Siamo partiti con tanti punti di domanda, ma chiudiamo con tante sicurezze da cui ripartire per il prossimo anno. Siamo molto contenti dell'annata".

MISTER FABIO TOFFOLO - "Ci avevo già lavorato a Roveredo due anni fa, sono andato a botta sicura perchè lo conosco bene e so quanto sia valido. È riconfermato per il prossimo anno perchè, oltre ai risultati, ha creato un bel gruppo, sano e con prospettive. C'è un progetto su di lui e continuiamo insieme".

PARO E FURLANETTO - "Il primo è stato un valore aggiunto perchè oltre che alla sua bravura, ha portato qui carisma, esperienza e voglia di fare. Quest'anno avendo ringiovanito la squadra, potevamo peccare in questi fattori ma lui ce li ha dati. Il secondo è molto giovane, un 2000, non ha trovato tanto spazio perchè purtroppo nel suo ruolo è rimasto chiuso da Fabio Corazza, un signor giocatore per la categoria. Ha sicuramente ottime prospettive ed avrà modo di rifarsi".

PROSPETTIVE FUTURE - "Ci siamo seduti a tavolino con il mister ed il presidente e ripartiamo dalle certezze arrivate con i 51 punti di quest'anno ed il fatto di aver sfiorato i playoff. C'è un'ottima base su cui partire per rinforzare ulteriormente la rosa nella prossima stagione. Vorremmo alzare l'asticella rispetto a quest'anno. Ogni stagione fa storia a sè, non si vincono i campionati solo sulla carta. Siamo partiti da zero, rifacendo la squadra quasi in toto, ma per l'anno prossimo abbiamo dei punti fissi per dare continuità al progetto. Ci stiamo muovendo sul mercato, sicuramente ci saranno uscite ma solo mirate ad incrementare la qualità della rosa".

RIFORME - "Già l'anno scorso ci siamo adeguati, con un segretario che ha fatto un lavoro da matti per farci arrivare preparati. Sappiamo già a cosa andremo incontro, la fortuna è di avere una società presente, solida, con gente competente per cui, nonostante il disorientamento iniziale, ci siamo messi al sicuro con previdenza".

UNIONE SMT - "Da anni parte tra le favorite e finalmente ce l'ha fatta. Sicuramente avevano la rosa più completa, forte e di qualità, ma non nego che Sedegliano e San Daniele mi hanno fatto un'ottima impressione a livello fisico e tecnico. Il campionato è stato strano perchè fino a tre turni dalla fine eravamo in lotta per il titolo, ma gli scontri diretti non sono andati a nostro favore. Ha vinto chi ha avuto più costanza e bravi loro perchè vincere non è mai facile".

CAMINO-AZZANESE - "Si sapeva che quest'anno raggiungere la salvezza, con le sei retrocessioni, sarebbe stato particolarmente ostico. Pensavo che con 40 punti ci si potesse salvare ma ho sbagliato. Davanti la quota è stata bassa e dietro le squadre correvano. Queste sono due buone squadre, giovani e con ottime individualità. Forse entrambe sono allo spareggio perchè hanno peccato un po' d'esperienza. Se volessi fare un pronostico sarei in difficoltà perchè si assomigliano molto, i dettagli faranno la differenza".

RETROCESSIONE IMMERITATA - "Mi dispiace per il Ceolini perchè è una squadra del nostro stesso comune e da anni era abituata a salvarsi tranquillamente. Hanno un mister che stimo molto che è Pitton e mi spiace molto che siano retrocessi. Hanno sani princìpi ed un gruppo che portano avanti da anni. Ovvio che queste riforme hanno portato a questo risultato".

NUOVA SOCIETÀ - "L'Union Rorai si fonderà con il Porcia e questo è un movimento che ritengo ottimo, tra due società sane con ottimi impianti. Possono far bene".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/05/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13605 secondi