Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SERIE D - Tamai, questo è un brutto ruzzolone

L'Ambrosiana si rilancia in chiave salvezza espugnando il terreno di gioco delle Furie Rosse. Decide il rigore di Pereira. Espulso nel finale Faloppa


Tamai di Brugnera. Questo è un brutto ruzzolone… L’Ambrosiana sfodera tanta pazienza e un invidiabile acume tattico, aspetta le mosse del Tamai e lo trafigge, di rigore. E’ la sintesi di un match opaco, privo di conclusioni accecanti. Tanta l’approssimazione in campo nel dare respiro all’azione, nell’affondare il triangolo sullo stretto, la sovrapposizione sulle corsie e il “dai e vai” quando c’era da picchiare per linee centrali. Un condensato di lacune che l’agonismo ha evidenziato nei ripetuti contatti. Ma al triplice fischio è l’ “Ambro” a festeggiare dopo 5 sconfitte filanti. A referto gara le scelte di Vinicio Bisioli optano per l’undici titolare con il centrale Colombera precauzionalmente in panchina. La risposta di Tomaso Chiecchi (in tribuna) condizionato nelle scelte dall’assenza per squalifica di Rebecca e dall’infortunio notturno di Rivic (dolore a un ginocchio), scompagina l’assetto della mediana. Al via del perugino Bianchini è il Tamai a prendere quota: bastano 22” a De Biasi per prendere la mira e sferrare un diagonale mancino, bello nell’esecuzione, ma lontano dai pali protetti da Cecchini. Le furie alimentano il forcing e al 3’ sul pallone fiondato nei sedici metri da De Biasi, la deviazione in acrobazia di Sellan scavalca Cecchin, ma il lob è troppo lento e l’estremo rossonero lo recupera in presa alle spalle. L’Ambrosiana mostra troppa lentezza nel riversare l’azione che sfocia sul movimento a uscire di Pereira o sulla staticità di Testi che eccede nell’individualismo. Al 15’ l’undici di Sant’Ambrogio si porta al tiro con Ferrara e la traiettoria indirizzata su Zonta è deviata a fondo campo. Un paio di assalti ospiti fanno capire che l’”Ambro” punta a fare risultato. Al 27’ una leggerezza (retropassaggio di De Biasi a Zonta) in area di casa, innesca il fiuto-gol di Pereira: la conclusione ravvicinata, in rotazione si rivela fiacca per la presa a terra del portiere biancorosso. La prima frazione si congeda sul nulla di fatto.   
Nel secondo tempo il match offre una sorta di riscatto con due iniziali calci piazzati. All’11’ la pennellata di Giglio imbecca lo scatto nei sedici metri Maccan e la deviazione in spaccata entra in rete a fil di palo. Immediata è la segnalazione di Simonini (2° assistente) che sventola la posizione irregolare dell’attaccante tamaiota. Sul ribaltamento dell’azione il calcio franco lo conquista ai 20 metri l’Ambrosiana, ma l’esecuzione di Pereira s’infrange sulla barriera. Il Tamai manifesta una più lucida capacità nella spinta e il presidio della trequarti ospite costringe l’Ambrosiana ad arretrare il baricentro. Ma al 32’ il fattaccio che cambia il volto alla gara play-out è il contatto De Biasi-Testi che l’arbitro Bianchini, bersagliato per gli interi 90’, punisce con la massima punizione. Sul dischetto 1’ dopo si porta Pereira e il piattone destro spiazza Zonta.
La sfuriata finale non da frutti, il Tamai in almeno quattro occasioni cade nella trappola del’offside e la fretta di concludere a rete innervosisce l’intera squadra che al 44’ si vede privata del capitano Faloppa, reo di una reazione ravvisata dall’arbitro. L’Ambrosiana incassa così l’intera posta e una formazione veronese non lo faceva dal 23 aprile ‘17 (1-3 V. Vecomp).

Flavio Cipriani

https://i.imgur.com/KYOKTZ4.jpg

TAMAI - AMBROSIANA  0 - 1
Gol: 33’ st Pereira su rigore

TAMAI: Zonta***, Russian** (19’ st Deanna**), De Biasi*, Faloppa, Cudicio, Pignat, Acantara (31’ st Bezzo), Poletto***, Maccan, Giglio, Sellan (1’ sy Colombera). In panchina: 12 Grubizza**, 13 Cramaro**, 15 Furlan, 16 Nadal***. Allenatore: Vinicio Bisioli

AMBROSIANA:  Cecchini, Dall’Agnola***, Zojzi*, Filippini, Giacomi**, Andreis, Ceretta, Lonardi***, Pereira, Ferrara, Testi (42’ st Zoppi****). In panchina: 12 Chiesa****,  14 Righetti****,  15 Biasi***,  16 Rivic,  17 Paluzzano*  18 Marconi****, 19 Pietropoli. Allenatore: Tommaso Chiecchi (squalificato); in panchina: Matteo Girlanda.

(**) under della partita: *’97, **’98, ***’99,****’00.

ARBITRO: Andrea Bianchini sez. Perugia. Assistente n° 1: Fabio Torri sez. di Como; assistente n°2: Davide Simone sez. di Gallarate.

NOTE - Pomeriggio soleggiato, temperatura di 9 gradi, terreno un buone condizioni, spettatori 350 circa con sparuto seguito dalla Valpolicella. Ammoniti: Poletto, Maccan, Ceretta, Testi. Espulso al 44’ st Faloppa
Recupero: pt 3’, st 4’.

https://i.imgur.com/4pcLqgA.jpg

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

 

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 11/02/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,92546 secondi