Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


LCFC - Tonino: non ci fermiamo e diamo libero arbitrio alle società

Il presidente della Lega Calcio Friuli Collinare dà un segnale forte: “Vogliamo combattere il virus, rispettando alla lettera i protocolli, ma convivendoci senza privarci del calcio”

Parole decise e che danno speranza quelle di Daniele Tonino, presidente della Lega Calcio Friuli Collinare, che ha deciso di non fermarsi, danno ad ogni società la possibilità di scegliere se giocare o se fermarsi per un periodo, permettendo a tutti di recuperare le gare rinviate: “Sapevamo che sarebbe stata una stagione difficile perché arriviamo da due anni di Covid, che ha frastornato tutti poiché nessuno era preparato a tutto ciò. Abbiamo deciso di partire con i nostri campionati per dare un segnale di ritorno alla vita, iniziando con delle partite di Coppa che daremo il tempo di recuperare. Sapevamo che le squadre avevano difficoltà con le visite mediche, con il ritrovarsi tutti insieme e quindi chi ha avuto fin da subito la possibilità di giocare l’ha fatto, mentre chi ha dovuto riassestarsi con calma recupererà le partite per concludere il torneo. I campionati, a parte i soliti rinvii fisiologici, sono andati avanti piuttosto bene fino alla risalita dei contagi che ha fermato un po’ tutto. So che in questi anni sono state prese decisioni che hanno diviso molto gli interessati tra favorevoli e contrari, ma noi abbiamo deciso di non poter giudicare il pensiero di ogni società, quindi daremo la possibilità ad ogni squadra di scegliere cosa fare. Non bloccheremo nessun campionato, ma sappiamo che il Covid è una realtà e che diverse squadre potrebbero avere numerose assenze, dunque le variazioni di calendario non avranno costi, prolungheremo le prime fasi dei campionati in modo da far recuperare le gare a chi si è fermato ed abbiamo dato la possibilità di effettuare tesseramenti integrativi. A seconda delle possibilità, delle proprie idee e dei problemi che ognuno può avere, abbiamo dato libero arbitrio ad ogni società di fare quello che desidera, senza giudicarle e senza penalizzarle. Se per esempio una società che deve recarsi in trasferta, avrà problemi a farlo e ce lo motiverà con tutte le prove del caso, anche se la squadra avversaria non sarà d’accordo con il rinvio, noi lo concederemo. Sappiamo di dare la sponda a qualche “furbetto” e ci auguriamo che non ci si approfitti di queste regole, ma vogliamo assolutamente tutelare chi realmente avrà delle problematiche. Vogliamo combattere il virus convivendoci, pur sapendo della sua pericolosità, senza sottovalutarlo ma dando la possibilità di condurre una vita quanto più normale possibile. Per ora abbiamo deciso di dare questa possibilità, ma ovviamente dipendiamo dalle decisioni dello Stato. La mia speranza è di poter organizzare un grande evento in occasione delle finali regionali, dimostrando che siamo riusciti ad uscirne, sperando che sarà così non solo per il calcio ma per la quotidianità di ognuno”.

Che problematiche sono state riscontrate dalle società?
“I problemi sono gli stessi che ognuno di noi ha avuto dall’insorgere della pandemia. Sappiamo però che ci sono casi diversi: posso fare l’esempio di due squadre di calcio a 5 che fanno parte dell’associazione che presiedo, che non avendo problemi di sorta hanno deciso di poter giocare questa sera e lo faranno senza problemi. L’importante è seguire i protocolli alla lettera, si perdono dieci minuti e si è in regola con tutte le normative, evitando qualsiasi problema”. (f.p.)

Foto: fonte Lcfc.it

https://i.imgur.com/N1nEiZj.jpg

https://i.imgur.com/DinCqhx.jpg


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/01/2022
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08926 secondi