Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


SPAL CORDOVADO - Brichese: mister Rossi fondamentale, mi ha rigenerato

L’esterno giallorosso parla del futuro: “Da parte mia c’è tutta la disponibilità a restare perché qui mi trovo benissimo. So che la società è intenzionata a procedere sulla strada della continuità, ma dobbiamo ancora parlare”


La Spal Cordovado ha chiuso la sua annata in maniera stupefacente, con una rimonta che li ha visti lasciare i bassifondi della classifica, per posizionarsi al terzo posto dietro Brian Lignano e Chions. Dell’eccezionale girone di ritorno e dell’annata in generale abbiamo parlato con l’esterno giallorosso Riccardo Brichese, che tesse le lodi di mister Max Rossi: “Il mister è arrivato alla terza giornata di campionato, dopo un inizio con Vittore che non era stato dei migliori. Non è stato facile cambiare allenatore perché Vittore comunque ci aveva scelti, ci aveva già avuto in altre esperienze ed avevamo un buonissimo rapporto con lui, ma si capiva che c’era qualcosa che non andava e c’era bisogno di un cambiamento. Tre sconfitte su tre in Coppa, in campionato due pareggi quindi la società ha preso questa decisione. Mister Rossi ha stravolto il metodo d’allenamento, con sessioni più brevi ma intense, e l’approccio alle partite perché ha una visione sempre molto positiva e vede sempre il bicchiere mezzo pieno. Non si piange addosso anche quando avevamo numerose defezioni ed ha dato i suoi frutti perché a fine campionato abbiamo disputato alcune partite con sette-otto fuoriquota in campo e le abbiamo vinte tutte. Io arrivavo da due-tre anni di stagioni altalenanti e lui mi ha fatto ritornare ad un buon livello. L’esperienza è stata positivissima e devo ringraziarlo, anche perché nel ruolo in cui mi ha impiegato, esterno di centrocampo a tutta fascia, si difende un po’ meno e si può badare più alla spinta offensiva. Questo ha giovato alle mie prestazioni perché ha esaltato le mie qualità”.

FUTURO – “E’ un momento in cui dare certezze è impossibile, né in positivo che in negativo. La Spal è una squadra che si può comprendere solo giocandoci, perché da fuori può sembrare la solita società più umile rispetto a quelle blasonate, ma vivendola da dentro si può capire cos’è la Spal e cos’è il paese di Cordovado. Si sta bene, quest’anno è stato bellissimo, il gruppo era sano ed affiatato, quindi penso che nel cuore di tanti di noi c’è il desiderio di proseguire anche per la prossima stagione. Ci sono situazioni in cui ciò può accadere, ma a volte per scelte tecniche non si riesce a confermarsi. Ognuno è libero di fare le sue valutazioni, io ho impegni familiari ma ho la fortuna a livello lavorativo di essere molto indipendente perché abbiamo un ristorante di famiglia vicino a Caorle. In accordo con i miei genitori, io seguo più la parte amministrativa che quella pratica, quindi finchè il fisico me lo permetterà, mi piacerebbe affrontare l’Eccellenza e non sarebbe un problema. So che da parte della società c’è la volontà di riconfermare mister Rossi e di andare avanti su questo progetto”.

CAMBIO DI PRESIDENZA – “C’è stato un piccolo confronto la settimana scorsa, prima dell’ultimo allenamento e lì il presidente ci ha spiegato le sue motivazioni e ci ha tranquillizzato che sarà solo un cambio di condottiero, ma che fondamentalmente cambierà poco. Lui resterà coinvolto, magari più in sordina e ci ha spiegato chi sarà il successore, che ci metterà cuore ed impegno per la Spal”.

PIACEVOLI SORPRESE – “Sono tutti migliorati ed hanno dato un grandissimo contributo alla causa, anche chi di solito partiva in panchina. Sarebbe da nominare tutti senza escludere nessuno, ma diciamo che Leonardo Saccon, il nostro portierino 2004, è stato decisivo ed è stata la miglior sorpresa del campionato. Avere in porta un fuoriquota che ti dà la stessa sicurezza di un portiere esperto e ti fa la differenza, non è una cosa da tutti i giorni. Poi mi verrebbe da nominare Andrea Brusin, che ha avuto un sacco di problemi nella prima parte di stagione, ma poi è stato fondamentale quando è tornato, Andrea Feruglio classe 2003 che è un ragazzo che quest’anno ha dimostrato di valere ed ha dei margini di crescita enormi. Penso che avrà un futuro dalla Serie D in su. I vari Parpinel, Zanon, Corvaglia, Pavan, Goz, Daneluzzi, Morassutti, Michelon che ha avuto un sacco di problemi nel girone di ritorno, sono tutte conferme che non si possono definire sorprese. Alcuni di questi hanno avuto un grande riscatto, dimostrando di poter fare grandi campionati in Eccellenza”.

STAFF TECNICO – “Nicola Della Valentina ci ha messo davvero il cuore, è stato il nostro allenatore in seconda ed a metà anno ha avuto un doppio ruolo perché è diventato allenatore della Juniores, facendo benissimo anche lì. E’ un ragazzo che ci ha messo l’anima e a fine anno la sua esultanza ha dimostrato quanto ci tenesse. L’allenatore dei portieri Riccardo Favaretto, ha avuto il merito di far crescere Leonardo Saccon ed Alessandro Mazzapica, che ha avuto la sfortuna di trovare davanti un portiere fenomenale, altrimenti sarebbe stato anche lui un ottimo fuoriquota che avrebbe giocato tranquillamente da titolare. Mi sento di elogiare tutte e tre le figure che hanno curato la preparazione atletica: Simone Fantin che era con noi anche l’anno scorso, ottima persona e preparatore che ha dovuto abbandonare, al suo posto Alan Marin è stato un grande professionista, che ha sempre avuto a che fare con il professionismo e ci ha dato un grande slancio di lavoro per i mesi in cui è partita la rimonta e per ultimo, quello che ci ha accompagnato per la maggior parte della stagione, Antonio Luchin”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/2kfoekl.jpg

https://i.imgur.com/WwvO1Ev.jpg

ITALIAGOL – Importante aggiornamento dell’app per tutti i dispositivi

Disponibile per Android tramite Play Store e iPhone tramite Apple Store, basterà eseguire l’update per poter usufruire della nuova versione dell’applicazione per seguire tutte le notizie e ricevere i risultati in tempo reale di tutto il calcio dilettantistico locale


- DOWNLOAD PER IOS
- DOWNLOAD ANDROID
Rilasciato un importante aggiornamento di Italiagol, l’App che da 8 anni sta accompagnando la redazione e gli utenti di FriuliGol.it nell'aggiornamento di risultati e notizie del calcio giovanile, dilettantistico e amatoriale del Friuli- Venezia Giulia.

La nuova versione è disponibile per tutti i dispositivi Android ed è scaricabile tramite Play Store (clicca qui) e per gli iPhone scaricabile tramite Apple Store (clicca qui). Per chi ha già l'applicazione installata sarà solo necessario effettuare l'aggiornamento.

Importante: una volta installata la nuova versione, gli utenti che, oltre alla lettura di risultati e news, vorranno fornire aggiornamenti dei risultati delle loro squadre, dovranno effettuare il login, o la registrazione per chi non si è mai registrato. Disponibile anche il login via account Facebook, per iPhone anche via account Apple.

https://i.imgur.com/4z0SGul.png

NOVITA’ – Ecco l’app ItaliaGol, oltre 100 campionati a portata di mano

News e aggiornamenti in tempo reale su tutti i campionati della regione, comodamente sul tuo smartphone

Da oggi disponibile su tutti gli store l’app di ItaliaGol, completamente nuova e rinnovata per restare al passo con i tempi.
Un aggiornamento necessario, dopo il boom della precedente versione, che aveva toccato la cifra record di 18.000 downloads nel solo Friuli Venezia Giulia. Il tutto in attesa del lancio del nuovo sito, che sbarcherà sulla rete prima della prossima stagione sportiva.
Con l’app ItaliaGol news, informazioni ed aggiornamenti dei risultati di oltre cento campionati regionali, in tempo reale e sempre a portata di mano su ogni smartphone.
Disponibile su tutti gli store, basterà scaricarla per essere sempre sul pezzo per quanto riguarda il calcio del Friuli-Venezia Giulia a trecentosessanta gradi con facilità, immediatezza e comodità. Non perderti tutto il bello del calcio regionale, scarica l’App ItaliaGol!


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 25/05/2022
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10802 secondi