Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Pordenone


PROMO A - Brinda il Corva, piange il Porcia

Emozioni infinite nel play-out.Termina 4-4 la sfida giocata a Bannia che decreta la salvezza della squadra di Salvadori e manda negli inferi della Prima categoria l’undici di Da Pieve


Si conclude con un rocambolesco 4-4 il campionato del Corva e dell’S.A. Porcia. Il match giocato sul neutro di Bannia è stato un perenne inseguimento da una  parte e dall’altra. Una gara vissuta con il pathos, condita da clamorosi errori, anche arbitrali e dallo spettacolo. Non una gara da ricordare sul piano del gioco, compassata, soprattutto dal Corva, che nel primo tempo non trova spazi e fatica a salire con ordine. Dopo 120’ la festa è dei biancocelesti di Claudio Salvadori, che conservano la categoria, rispettando la classifica del campionato, che li aveva visto concludere davanti ai purliliesi. Un mesto saluto alla Promozione per l’S.A. Porcia, che lo scorso anno di questi tempi alzava a pochi kilometri di distanza la Coppa di categoria e, oggi deve inchinarsi alla legge del campo.
Parte forte la formazione ospite che al primo assalto passa in vantaggio. Calcio d’angolo calibrato da Vriz verso il centro dell’area, dove Isteri trova tempo e coordinazione per colpire di testa e battere Pezzutti. La rete gonfiata illumina gli arancioneri che poco dopo trovano il 2-0 con Sarbeng, dopo essersi liberato a detta dell’incerto fischietto Muccignato con un fallo dell’oppositore. Dalla tribuna il gol era apaprso regolare. Tocca al Corva fare la gara, ci prova con coraggio, ma poca precisione e idee confuse. Troppo lento il giro palla e troppo lunghi i continui traversoni per Owosu, impossibili da sfruttare per il colored di casa.
Al rientro im campo doppio cambio per Salvadori: Vitali e Cessel prendono il posto di Furlanetto e Avesani e qualcosa cambia sull’inerzia della gara. Corva più dinamico e Porcia costretto sulla difensiva. Si susseguono le incursioni in territorio nemico dei ragazzi in maglia azzurra, fino al meritato pareggio che arriva al 18’ con una zampata di Cessel, con Zarotti immobile sulla line adi porta con gli occhi sulla sfera che rotola in rete. Il tempo di respirare che il Porcia torna avanti: Vriz fa il diavolo a quattro in area, finta e controfinta, che siede gli avversari e precisa rasoiata sull’angolino opposto. Il Corva a quel punto è retrocesso, ma mancano ancora molti minuti, tanti, troppi per arretrare e difendersi. Quando il tempo diventa sempre più tiranno per il Corva, arriva l’episodio che cambia il volto alla gara. Lancio verso l’area per Cattaruzza, che tenta di colpire di testa, ma Zarotti in uscita gli impedisce il salto poggiandosi sulle spalle inducendo l’arbitro a concedere il calcio di rigore. Mancano tre minuti al termine, sul campo cala il gelo sui volti dei giocatori purliliesi, e si riaccende la speranza di quelli avversari. Furlanetto con calma olimpica si presenta sul dischetto e spiazza Zarotti. Si va ai supplementari. Trenta minuti di autentica baraonda, dove succede di tutto: quattro gol, tre espulsioni e una direzione arbitrale discutibile ceh infiamma i giocatori e il pubblico. In sequenza arriva il 3-2 con Lococciolo che sottoporta devia in porta. Dall’altre parte Vriz con un sinistro vellutato batte da calcio piazzato Pezzutti. Nel secondo tempo supplementare volata di Cattaruzza e gol del 4-3. Per la gioia l’atatcante so toglie la maglia e finisce anzitempo il match per doppia ammonizione. Negli ultimi assalti il Porcia trova il 4-4 finale con un calcio di rigore concesso per fallo di Bortolussi si Dal Cin. Rigore trasformato da Isteri, che nel tentativo di velocizzare le operazioni di recupero del pallone va in “contrasto” con Pezzutti e si becca il cartellino rosso.
Alla fine canti e gioia dei ragazzi del Corva, una matricola che ha riconfermato la categoria, soffrendo fino all’ultimo secondo di gara, dimostrando carattere da vendere. Sull’altra sponda delusione stampata sui volti della dirigenza per un epilogo inatteso all’inizio della stagione e per aver, forse, arretrato il baricentro troppo in fretta, quando il Corva sembrava domabile.

CORVA -  S.A. PORCIA 4 - 4
Gol: pt 5’ Isteri; st 18’ Cessel, 26’ Vriz, 42’ S. Furlanetto (rigore); pts 8’ Lococciolo, 14’ Vriz; sts 8’ Cattaruzza, 15’ Isteri (rigore).

CORVA: Pezzutti , Polesel (st 36’ Lococciolo), Bortolin, Piccolo, Bortolussi , F. Furlanetto  (st 1’ Vitali ), Scandurra  (pts 12’ Papaiz ), Coulibaly, Owusu  (st 20’ Cattaruzza ), S. Furlanetto , Avesani  (st 1’ Cessel). All. Salvadori.

S.A. PORCIA: Zarotti, Gerolami  (st 15’ Crico  pts 13’ Bagnariol), Della Gaspera, Tawiah, Zambon, Dal Cin, Isteri, Corazza  (st 41’ Gangi), Sarbeng, Vriz, Bolzon.  All. Da Pieve.

ARBITRO: Muccignatto di Pordenone

NOTE: terreno in buone condizioni, spettatori 500 circa. Ammoniti Bortolin, S. Furlanetto, Cattaruzza, Lococciolo, Tawiah e Dal Cin. Espulsi Cattaruzza (sts 8’) e Lococciolo (sts 15’) per doppia ammonizione, Isteri (sts 16’) per gioco scorretto.

Tutti i campionati Regionali in DIRETTA LIVE!
Scarica la nuova App ItaliaGol

Link per Android
Clicca qui

Link per Apple
Clicca qui

 

Con la APP di FRIULIGOL sul tuo smartphone, oltre a leggere le news pubblicate quotidianamente sul sito www.friuligol.it, trovi tutti i campionati del Friuli - Venezia Giulia, dalla Serie A, ai dilettamti  il calcio a 5, il campionato Carnico  gli amatori e tutto il calcio giovanile.
Con la APP puoi seguire la tua squadra e il tuo campionato in tempo reale. Aggiornamenti disponibili su Desk - Mobile.

http://i.imgur.com/WqvPRi6.jpg

 


Print Friendly and PDF
  Scritto da Gianpaolo Leonardi il 13/05/2018
 

Altri articoli dalla provincia...


































Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 1,13792 secondi