Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


PRIMA C - Isontina e Ruda, giusto così

Termina 1-1 una gara che si accende nella ripresa. Padroni di casa in vantaggio, ma la reazione dell'undici di Terpin è robusta, anche se i gialloblù rischiano di subire il 2-0...



ISONTINA - RUDA 1-1
Gol
: al 43’ Woznjak, al 34’st Volk

ISONTINA: De Sabbata, Donda, Andrea Costelli, Pussi, Gianosi, Faggiani, De Matteo, Andresini (38'st Aciole), Battistutta, Woznjak (38'st Valdiserra), Bardieru. (12. Barazzutti, 13. Filej, 14. Edoardo Costelli, 17. Znidaric). All. Giovanni Longo.

RUDA: Politti, Mischis (19'st Casonato), Branca, Degano, Montina, Liddi (19'st Volk), Marconato, Nicola (8' Vesca), Rigonat, Pantanali, Pantuso (29'st Pin). (12. Puntin, 13. Cossar, 17. Pinat, 18. Gagic, 20. Cecotti) All. Christian Terpin.

ARBITRO: Francesco Lonati sez. Monfalcone.

NOTE - Ammoniti: 12’ Degano (f), 15’ Pantuso (p), 38’ Rigonat (f), 14’st Donda (f), 20’st Marconato (f), 25’st Montina (f), 36’st Woznjak (p), 39’st A.Costelli (f), 49’st Faggiani (m). Espulso al 47'st Gianosi per fallo da ultimo uomo (Dogso). Angoli: 5-2. Fuorigioco: 1-0. Rec: 2'/5'+1’. Giornata soleggiata, non fredda; spettatori 120 circa.

SAN LORENZO ISONTINO – Un tempo giocato bene a testa e la spartizione dei punti appare congrua con quanto visto nell’arco del derby. O, meglio, nella parte godibile del match, ossia la ripresa giacchè la prima frazione per tenere sveglio il pubblico in tribuna non è stato davvero facile con il gioco spezzettato e arruffone condito da più episodi da Var che da occasioni da rete con l’arbitro ad essere bersagliato da svariati epiteti, talvolta fuori luogo, da parte di alcuni sostenitori da ambo le parti.
Problemi di infermeria costringono il mister ospite Terpin a lasciare ai box Cecotti e ricorrere in corso d’opera ai claudicanti Pin e Casonato e in più, piove sul bagnato, dopo 7’ Nicola è costretto ad uscire per una tremenda botta al naso. In precedenza il primo affondo lo porta De Matteo calciando in scivolata ma trova Politti a deviare in corner. Il nulla sino al 22’ quando Rigonat manca l’appuntamento con il pallone sulla punizione tagliata di Pantuso. Alla mezzora Politti in uscita manda in corner su Battistutta. Al 43’ grosso svarione difensivo del Ruda e palla consegnata a Woznjak che davanti a Politti calcia centrale, il portiere ribatte ma la sfera s’impenna e il biondo attaccante di casa la spinge nella rete sguarnita.

In avvio di ripresa, al 5’ Pantanali da posizione defilata centra la traversa, poi è Pantuso su punizione a mettere a lato di poco a cui fa seguito un rasoterra di Marconato con lo stesso esito. Il Ruda vuole il pareggio, cambia marcia con gli innesti di Casonato ma soprattutto di Volk anche se rischia grosso al 33’ quando prima Politti si rifugia in angolo sulla punizione dal lato corto dell’area di De Matteo e poi dal conseguente angolo, Battistutta calcia a botta sicura ma non inquadra la porta. Sul rovesciamento di fronte Rigonat vede e serve sulla corsa Volk il quale entra in area e di giustezza trafigge De Sabbata con un diagonale rasoterra e rimette il match in parità. Al 41’ contropiede in superiorità numerica per l’Isontina condotto dal neo entrato Aciole ma anzichè servire al centro il liberissimo Woznjak preferisce l’assolo finendo con il venir recuperato dal difensore. Nel finale Gianosi è costretto a fermare con le cattive Volk guadagnandosi qualche minuti prima la doccia ma la punizione viene sprecata da Rigonat con un tiro ben sopra la traversa.

L’ANGOLO DEL VAR

Arbitro: Francesco Lonati sez. Monfalcone 5.5.
Brutta direzione nel primo tempo con diversi episodi non sanzionati a dovere e altrettanto non ben gestiti. Meglio nella ripresa in cui ha maggior controllo della gara e le decisioni appaiono più corrette.

I casi analizzati:

- 15’: esagerate e plateali le proteste di Pantuso nel richiedere l’ammonizione nei confronti dell’avversario. Corretto quindi il giallo al n.11 del Ruda poiché non è consentito chiedere all’arbitro di ammonire un qualsivoglia giocatore.

- 21’: proteste del Ruda per un sospetto contatto su Marconato in area che sembra esserci ma da valutare l’entità di tale contatto.

- 27’: non pare esserci alcun intervento irregolare su Faggiani finito a terra in area avversaria. Fa bene l’arbitro in questo caso a non intervenire neppure con il giallo per simulazione.

- 32’: è piuttosto evidente la spinta alle spalle ai danni di Marconato in area da parte del difensore con il giocatore del Ruda finito a terra verso il lato corto dell’area. Qui il rigore ci stava tutto.

- 47’st: non ci sono dubbi sul rosso a Gianosi per aver fermato Volk impedendogli una chiara occasione da rete.



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 16/02/2019
 

Altri articoli dalla provincia...






ECCELLENZA - I nodi arrivano al pettine

Giornata chiave (ore 16) la quart'ultima in un'Eccellenza che ieri ha visto il Cordenons irrompere in zona play-off mettendo con le spalle al muro il Fontanafredda...leggi
31/03/2019













Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,09266 secondi