Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


UFM - Lugli: stento a crederci. Zanuttig ci allenerà fin quando vorrà

Il presidente biancoblu festeggia una vittoria quasi inaspettata: "Abbiamo anticipato questo traguardo, mi godo il momento al massimo. Primo successo da presidente"


L'Unione Fincantieri Monfalcone è in Eccellenza ed il proprio presidente, Rodolfo Lugli, festeggia il suo primo successo al comando del club. Momenti difficili, di lavoro duro, soprattutto dopo la ripartenza di nove anni fa dalla Terza categoria ma ora, finalmente, si torna nella massim categoria regionale: "Non mi pare vero, mi godo il momento al massimo, è stata una grandissima soddisfazione sportiva. Eravamo in alto, siamo caduti in basso ma ora siamo tornati. C'è stato un lavoro di anni, sono qui dal 2011 e nella stagione 2015/2016 c'è stata la ripartenza dalla Terza Categoria. Abbiamo fatto tanti passi, nel '22 abbiamo festeggiato i cento anni, ora abbiamo una tribuna bellissima, altro grande traguardo, che ci ha ospitato nei festeggiamenti. Prima vittoria di un campionato da presidente, una soddisfazione unica".

FUTURO - "Con Andrea Zanuttig c'è un disegno che avevamo in mente da tempo. Abbiamo anticipato questo traguardo, credevo di potergli dare la struttura adeguata nel corso degli anni perchè ci sono ancora passi da fare, ma ci rimboccheremo le maniche e continueremo insieme questo percorso. Siamo stati insieme cinque anni, probabilmente arriveremo a toccare quota dieci. Il processo è iniziato e continuerà con lui fin quando vorrà".

GIOCATORI DEL TERRITORIO - "Il mio pallino è riportare i Monfalconesi o i Bisiachi in squadra. Daniele Rocco è giusto che faccia ancora il professionista, nell'ultimo turno ha segnato e dovrebbe essere il vicecapocannoniere del girone A di Serie C con la maglia del Legnago, ma mi piacerebbe in futuro poter riunire le nostre strade".

SALTO DI CATEGORIA - "Quando ad ottobre è tornato Andrea Zanuttig, mi ha detto che sarebbe venuto per vincere. In quel momento eravamo molto indietro e non avevo tutta questa sicurezza dentro di me. Nella sosta natalizia, però, abbiamo dato la svolta al campionato. Abbiamo vinto a San Giorgio di Nogaro, soffrendo, ma lì ho capito che poteva essere l'anno giusto. Ci sono stati fatti casuali eclatanti che ci hanno fatto capire che il destino era dalla nostra parte".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 30/04/2024
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,13696 secondi