Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia



ECCELLENZA - Il Brian perde Mini. Juventina, benedetta sosta

Infortunio al ginocchio per il valido centrocampista. La squadra di Birtig però non dà scampo ai padroni di casa...



L’Edmondo Brian di Precenicco ha ampiamente dimostrato contro la Juventina di meritare il secondo posto in classifica. Meccanismi oleati, difesa granitica e un Frezza in giornata di grazia sono stati fondamentali nella secca vittoria per 3-0 in quel di Sant'Andrea. Dall’altra parte c’era una Juventina stanca mentalnente e fisicamente, con una difesa che non è nemmeno l’ombra di quella ammirata nella prima parte di stagione. A questo dobbiamo aggiungere la ormai cronica sterilità dell’attacco biancorosso (oggi era assente per squalifica anche il bomber Fiorenzo).
Fin dall’inizio è stato chiaro che i ragazzi di mister Birtig non sono venuti a gare una scampagnata. Il grave infortunio occorso a Mini all’8'minuto (trasportato in ambulanza in ospedale: da quanto abbiamo saputo per un serio trauma al ginocchio) poteva compromettere l’esito della gara, ma il suo sostituto Di Lazzaro non lo ha fatto rimpiangere sfoderando una prestazione da otto in pagella. Dall’altra parte, nonostante i tre gol subti, il migliore è stato il portiere Malusà, che ha evitato ai suoi un passivo ben più ampio. Il collega Peressini è rimasto pressoché spettatore non pagante.
La prima occasione per il Brian capita al 20' sui piedi di Lascala, ma il suo tiro è stato provvidenzialmente deviato in corner da Malusà. Tre minuti dopo arriva il vantaggio degli ospiti con Frezza lesto a deviare in rete da distanza ravvicinata un cross basso di Di Lazzaro, piazzando la palla tra palo e portiere.
Dopo una bella occasione per Tano, ancora lavoro per il umero uno biancorosso che devìa in corner un tiro dell’attacco ospite.

All’inizio della ripresa mister Sepulcri getta nella mischia Banini e Madonna al posto di Hriberšek e Kerpan. Ma la musica non cambia con il Brian che rimane padrone del centrocampo. La Juventina crea qualche pericolo davanti a Peressini con una occasione per Kožuh (pallone alto), poi una per Zorzut di testa su cross di Romanelli (stesso esito) e un tiro diagonale dello stesso Romanelli che viene deviato in corner dalla difesa ospite. Poi al 61' ecco materializzarsi il raddoppio del solito Frezza, con un tiro potente su assist di Maestrutti sul quale Malusà non ci può arrivare. Successivamente Grion sfiora l’incrocio dei pali con un tiro da fuori area. Al 75' da buona posizione Kogoi manda la sfera sopra la traversa. All'87' altro buon intervento di Malusà che salva la propria porta, ma due minuti più tardi arriva il tris dello scatenato Frezza. Il gol è la fotocopia del primo con l’attaccante in casacca grigia che gira in rete un cross basso.
Il Brian si avvia ad affrontare i play-off con il vento in poppa, mentre la Juventina rimane invischiata nella lotta per la salvezza. Se il campionato fosse terminato oggi sarebbe salva senza dover affrontare i play-out (il Flaibano è distante 8 punti), ma ci sarà ancora da soffrire per capitan Racca e compagni per i quali la pausa arriva nel momento più opportuno. (m.m.)



 


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 07/04/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



LA FOTO - Il ritorno dei campioni

E’ sbarcata tra ali di folla festante e tifosi in delirio (si scherza, è ovvio…) a mezzogiorno di oggi, all’aereoporto di Malpensa, la rappresentativa region...leggi
16/07/2019
















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,01715 secondi