Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


REG. C - Molinari: ma doveva prevalere l'Aquileia. Pacorig: finalmente

Le dichiarazioni di tecnici e dirigenti sul turno di campionato andato in scena sabato

Fabio Grillo (allenatore della Terenziana Staranzano): “Un punticino in casa utile per il morale....ma abbiamo avuto più occasioni noi di loro...ci sono stati due interventi del loro portiere e un nostro tiro di poco fuori. Loro sono stati fermati due volte in fuorigioco e perciò col fuorigioco niente da fare...e a inizio ripresa il nostro portiere ha fatto una parata. Altro non hanno avuto....peccato non aver raccolto di più”.

Federico Giavon (dirigente della Pro Romans/Medea): “Il nostro mister aveva avvisato i nostri ragazzi di non prendere sotto-gamba la partita contro lo Staranzano ultimo e invece abbiamo fatto una partita da anti-calcio. Abbiamo comunque sbagliato quattro gol nel primo tempo e poi abbiamo rischiato di perderla. Per fortuna mio figlio ha fatto due belle parate. C'è stato un atteggiamento di sufficienza su un campo pesante. L'inizio è stato discreto e poi ci siamo persi; durante l'intervallo l'allenatore ha fatto una ramanzina, la partenza nella ripresa è stata incoraggiante e poi nuovamente ci siamo spenti, Così, dopo l'Isonzo, anche noi abbiamo pareggiato con la Terenziana”.

Daniele Pacorig (dirigente dell'Isonzo San Pier): “Finalmente è arrivata la vittoria, che tra l'altro ci dà anche morale. I ragazzi hanno mostrato concentrazione e voglia di fare e hanno giocato bene. Tutti hanno dato il loro contributo importante”.

Nevio Lestuzzi (dirigente della Risanese): “Una serata decisamente storta e c'è del rammarico...sconfitta che poteva essere evitata con un pizzico di attenzione in più”.

Gabriele Gorenszach (allenatore dell'Ol3): “Partita vinta con merito contro una buona squadra. Panato Cecchini ed Ariis i nostri marcatori nel primo tempo, Mongelli nel secondo. Poi ci siamo divertiti alla grande alla seguente festa di Natale”.

Mauro Molinari (dirigente dell'Aquileia): “Se c'era una squadra che doveva vincere, questa era l'Aquileia. Nella ripresa abbiamo giocato solo noi, ma quattro passaggi ai loro giocatori ci hanno condannato. Loro hanno fatto il primo tiro in autonomia al 90'....già il pareggio ci sarebbe stato stretto. La coperta è sempre corta a livello numerico, poi ci si è messo anche l'arbitraggio....il loro numero 7 ha giocato 20' senza parastinchi, lo abbiamo fatto notare all'arbitro, ma non lo ha ammonito e non ha fatto niente per farglieli mettere. Il 7 è stato quindi ammonito dopo il gol segnato e sarebbe stato il secondo giallo....Adesso avremo il recupero con il Kras mercoledì sera”.

Maurizio De Castro (allenatore del San Giovanni): “Nel primo tempo il Trieste Calcio ha fatto bene e ha trovato l'1-0 con Gueye, un ragazzo molto bravo che ha già “conosciuto” la prima squadra. Nella ripresa c'è stato sùbito il loro raddoppio, che però era in fuorigioco. Neri ha accorciato le distanze con un eurogol al sette, ma poi non siamo riusciti a trovare il pari. Ripresa combattuta e Trieste Calcio bella squadra, capace di fare appunto un bel primo tempo”.

Jacopo Nonis (allenatore in seconda del Trieste Calcio): “Ottimo primo tempo del Trieste Calcio, che - dopo diverse occasioni da gol - passa in vantaggio con Gueye. A inizio ripresa il raddoppio in mischia di Medja. Il San Giovanni accorcia nei minuti di recupero, troppo tardi per impensierire gli ospiti”.

Gennaro D'Acunto (dirigente del Sant'Andrea San Vito): “Primo tempo 4-0 per il Domio, secondo 1-0 per noi....abbiamo avuto qualche occasione, ma ne hanno avute anche loro e sarebbe potuta finire 2-5 o 2-6...”.

Edoardo Edi Burolo (presidente del Domio): “Abbiamo giocato contro il Sant'Andrea e si è vinto per 4-1. Due reti di Gorla, una di Mistron e Cernoia. La squadra ha giocato bene”.

Alessandro Travaini (allenatore del Sevegliano/Fauglis): “Finalmente ritorniamo alla vittoria.. Merito di un primo tempo con ottima intensità e concentrazione..Poi come spesso succede ahimè, ci abbassiamo e lasciamo troppi spazi a una buona squadra qual è lo Zaule. Tutto sommato però vittoria meritata!”.

Lorenzo Biasin (allenatore in seconda dello Zaule Rabuiese): “Abbiamo regalato un tempo e loro ne hanno giustamente approfittato, segnandoci al 30' e al 32'. Il Sevegliano è in ogni caso una buona squadra. Nella ripresa abbiamo reagito, abbiamo fatto un gol, ma è andata a finire 2-1 per loro. Esordio per il 2003 Marco Margiore, un allievo prodotto del vivaio dello Zaule”.

Fabrizio Vescovo (co-allenatore del Kras Repen): “E' stata una partita proprio da 0-0, non abbiamo corso rischi. Non abbiamo avuto occasioni, ma neanche loro ne hanno avute. Il pareggio è un risultato ben accetto per noi, anche perchè eravamo in 14 contati. Siamo perciò venuti fuori (andati in trasferta, ndr) in condizioni critiche. Ora, però, testa al recupero di mercoledì ad Aquileia”.

Massimo Laudani


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 09/12/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03670 secondi