Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


REG. C - Vescovo: non avevamo dimenticato il 3-0 dell'andata

I commenti sul turno di campionato andato in scena sabato pomeriggio. Ecco le disamine di Vescovo, Gorenszach, Giacomin, Biasin, Giavon, Dijust, Fortunato, Grillo, Molinari, Nonis, Travaini, Giotta, Pacorig e De Castro

Fabrizio Vescovo (co-allenatore del Kras Repen): “La squadra aveva voglia di riscattare la sconfitta per 3-0 dell'andata, una sconfitta che ci aveva segnato, e ha fatto una bella partita”.

Gabriele Gorenszach (allenatore dell'Ol3): “Abbiamo giocato una buona gara, "ruotando" molti ragazzi della rosa. Ha segnato una tripletta Zanin. Reti inoltre di Ariis, Petrigh, Mongelli e Buttolo, un 2003 al suo esordio con la juniores”.

Maurizio Giacomin (allenatore del Domio): “Il Kras ha tenuto il pallino della partita e ha meritato la vittoria, solo nell'ultimo quarto d'ora siamo riusciti a creare un paio di occasioni”.

Lorenzo Biasin (allenatore in seconda dello Zaule Rabuiese): “La partita si è subito incanalata sui binari giusti e poi l'abbiamo amministrata bene”.

Federico Giavon (dirigente della Pro Romans/Medea): “Eravamo in 13, abbiamo giocato sul sintetico, campo al quale non siamo abituati e siamo anche stati sfortunati, avendo colpito una traversa e una conclusione di Del Bello verso il sette ha colpito uno dei nostri...”.

Massimiliano Dijust (dirigente del Tolmezzo Carnia): “Al 20' eravamo già sul 3-0...: un paio di fuoriquota della prima squadra sono scesi per fare rodaggio e questo ha inciso, in ogni caso la squadra è stata brava”.

Claudio Fortunato (direttore sportivo della Tarcentina): “Tolmezzo bravo, noi incompleti”.

Fabio Grillo (allenatore della Terenziana Staranzano): “Loro bravi, noi abbiamo tenuto nel primo tempo, che abbiamo chiuso sotto di tre reti e poi nel secondo... al solito dobbiamo gestire gli allievi, siamo pochi e la cosa si sente...”.

Mauro Molinari (dirigente dell'Aquileia): “Il Trieste Calcio si è presentato con un 5-4-1, un assetto coperto. Non era facile trovare spazi, anche se abbiamo schierato tre punte e alla fine anche quattro. Bisogna essere bravi in ogni caso a vincere queste gare. Nella ripresa il nostro portiere è rimasto inoperoso... poi c'è stato un bel terzo tempo al chiosco”.

Jacopo Nonis (allenatore in seconda del Trieste Calcio): “Gran partita di carattere del Trieste Calcio, che - con un'ottima condotta difensiva - riesce a contenere gli attacchi dell'Aquileia. Da sottolineare la prestazione del portierino Cattaruzzi, un classe 2003 che è stato decisivo con diversi interventi importanti”.

Alessandro Travaini (allenatore del Sevegliano/Fauglis): “Abbiamo pareggiato 1-1, per noi ha segnato Arcaba”.

Marco Giotta (allenatore del Sant'Andrea San Vito): “Sono contento, la squadra ha fatto la sua partita sull'erba naturale e ha portato a casa un punto. L'altro sabato avevamo preso gol negli ultimi minuti, stavolta abbiamo pareggiato con Markovic all'88', sfruttando una disattenzione avversaria”.

Daniele Pacorig (dirigente dell'Isonzo San Pier): “Ce la siamo comunque giocata, loro sono stati più cinici, mentre noi abbiamo mancato alcune occasioni per imprecisione e per bravura del portiere avversario”.

Maurizio De Castro (allenatore del San Giovanni): “Partita combattuta e noi abbiamo fatto bene. Abbiamo avuto più di qualche occasione come peraltro loro, che sono stati imprecisi oltre a trovare pronto il nostro portiere”.

Massimo Laudani


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 17/02/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07894 secondi