Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Udine


CUS - Udine sbatte su Verona. Passare sarà un'impresa

Sconfitta per 6 - 2 nella gara di andata, la formazione di Asquini, compromette seriamente il proprio cammino verso le finali nazionali. In Veneto, infatti, servirà una vittoria con 5 reti di scarto…

CUS UDINE – CUS VERONA   2 - 6
Gol:
Urban (Ud - 2), Ciurnelli (3 - VR), Cruccu (2 - VR), Bertoldi (Vr)

CUS UDINE: Rovere, Zoff, David, Zoccolan, Urban, Borsatti, Fabbro, Vescovo, Martinez Rivero, De Giorgio, Serrano. Allenatore: Asquini

CUS VERONA: Oddo, Dal Fiume, Bertoldi, Giriolo, Dalla Valle, Cruccu, Arese, Ciurnelli, Menegazzo, Martucci, Pretto. Allenatore: Vianello.

UDINE. Già “scudettato” nel 2012 e nel 2013 e terzo lo scorso anno, il Cus Udine inizia “maluccio” il suo cammino nel campionato nazionale, la cui fase finale è in programma a Camerino. Per essere più espliciti: la pesante sconfitta casalinga patita oggi ad opera di Verona (6 - 2 a favore degli ospiti, con lo scatenato Ciurnelli autore di una tripletta) compromette quasi definitivamente ogni speranza di qualificazione. Per accedere al secondo turno (ed affrontare la superstite del match tra Cus Trento e Cus Trieste) Vescovo e soci dovranno infatti imporsi nella seconda manche in terra veneta (si giocherà il 28 marzo) con 5 reti di scarto: un’ impresa ai limiti dell’ impossibile. Anche se nel calcio, in generale, mai dire mai…La contesa odierna ha preso una piega ben definita nel corso del primo tempo, con i gialloblu sempre avanti e al riposo sul 4 - 2: a tenere vivi i padroni di casa (privi dell’influenzato pivot Baldo) la doppietta di Urban. La ripresa ha fatto registrare un costante predominio della banda Asquini, ma la sterilità in fase realizzativa (compreso un rigore fallito da capitan Martinez - che ha pure timbrato un palo - e un miracoloso intervento finale del portiere nemico) hanno agevolato il Cus Verona, chirurgico nell’infilare altre due volte il bisturi in ripartenza. E prenotare il passaggio alla scrematura successiva. (r.z.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

https://i.imgur.com/RFp9XZr.jpg

https://i.imgur.com/iBhbARP.jpg

https://i.imgur.com/UzSh8MD.jpg

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 14/03/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,12428 secondi