Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Gorizia


LA NOVITA'- Green pass anche nei dilettanti?

Il testo del DL non lascia margini di interpretazioni. Vale per tutti gli eventi sportivi, nazionali e non. Il presidente Canciani favorevole. Il controllo spetterebbe agli addetti alla sicurezza individuati dalla singole società

 

Il testo del Decreto Legge n. 105 del 23 luglio 2021 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale non lascia molti margini di interpretazioni, d’altronde ci dobbiamo scordare i vari Dpcm ambigui e pieni di astrusità del governo Conte, ora il testo è snello e comprensibile.
Nello specifico lo è anche per quanto riguarda lo sport prevedendo che dal 6 agosto, in zona bianca e gialla, l’accesso a eventi e competizioni sportive sia consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19 (Green pass, attestazione di avvenuta guarigione o tampone negativo). L’articolo 4, comma 2, del decreto citato ingloba sia le competizioni di interesse nazionale che non. Di conseguenza anche il calcio regionale e provinciale soggiace a tale normativa. E vale sia per gli spettatori sia per atleti e personale di servizio.
Su questo il presidente della Federcalcio regionale Ermes Canciani, sulle colonne del Messaggero Veneto, a firma dell’esperto in materia Mattia Pertoldi, si trova pienamente d’accordo con il Governo definendola “una scelta del tutto corretta perché vaccinarsi rappresenta un dovere verso se stessi e gli altri”, prendendo ad esempio la decisione della Federcalcio inglese che obbliga tutti i giocatori e i componenti dello staff delle squadre della Premier ad aver completato il ciclo vaccinale per poter scendere in campo.
Canciani sottolinea anche di aver ricevuto assicurazioni da tanti presidenti di società che almeno tre quarti degli atleti si è già vaccinato.
Ma chi controllerà il Green pass? In teoria gli addetti alla sicurezza, tramite l’App apposita (VerificaC19), che ogni società dovrà individuale, normalmente lo sarà chi verifica (strappa) il biglietto all’ingresso dell’impianto sportivo, mentre per giocatori e staff sarà sufficiente verificare una volta sola ovviamente.
Non resta che attendere qualche circolare o comunicato da parte della nostra Federcalcio regionale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 20/07/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



















Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07364 secondi